Home > COMUNICATI STAMPA > POLIZIA LOCALE DI FERRARA
Raggiunto accordo sindacale per evitare lo sciopero

POLIZIA LOCALE DI FERRARA
Raggiunto accordo sindacale per evitare lo sciopero

Tempo di lettura: 3 minuti

Da: DICCAP e SULPL Ferrara

POLIZIA LOCALE DI FERRARA: I CONFEDERALI SI ACCORDANO CON L’AMMINISTRAZIONE E FIRMANO L’ACCORDO DECENTRATO. DECISIVO L’INCONTRO CHE DICCAP E SULPL AVRANNO IL 24 NOVEMBRE 2020 CON IL COMANDANTE RIMONDI PER EVITARE LO STATO DI AGITAZIONE

I Sindacati DICCAP (Dipartimento Autonomie Locali ) e SULPL (Sindacato Unitario Lavoratori Polizia Locale), Sindacati più rappresentativi per la Polizia Locale Italiana intervengono nuovamente sull’attuale situazione della Polizia Locale di Ferrara.

Dopo lo richieste delle settimane scorse, il 24 Novembre il Comandante Rimondi incontrerà DICCAP e SULPL che porteranno al tavolo del Comandante alcune delle problematiche già oggetto della mobilitazione del 5 Novembre scorso e che riguardano la riorganizzazione del Comando.

Dopo l’approvazione dell’orario di lavoro del Comando, sono da risolvere le altre importanti tematiche che riguardano la riorganizzazione della turnazione ordinaria e del Corpo, tempi certi per dotazioni di sicurezza, divise, formazione, avvio del Nucleo Antidegrado ecc..

Tutte tematiche che sono molto sentite dagli Agenti e che nell’incontro del 24 Novembre dovranno essere risolte, e si dovrà prevedere l’avvio di un tavolo tecnico di lavoro con tutte le rappresentanze dei lavoratori, anche con la partecipazione di lavoratori dei vari reparti del Comando, per iniziare a discutere di proposte concrete su come strutturare il turno notturno che partirà quando verranno fatte le assunzioni necessarie.

Agli Agenti, Ufficiali e Operatori Comunali di mobilità  servono segnali importanti dal Comandante  non più rinviabili, e che potrebbero evitare ulteriori vertenze che i Sindacati Autonomi sono pronti ad aprire in caso di ulteriori proroghe.

Sul fronte contrattuale invece il Direttore Generale e il Responsabile dell’Ufficio Personale hanno respinto le richieste pervenute dai Sindacati Autonomi, e con l’avvallo delle sigle confederali che firmeranno, l’accordo decentrato, si riproporrà nuovamente il vecchio impianto contrattuale senza le modifiche necessarie

Al Vice-Sindaco Lodi SULPL e DICCAP scriveranno una richiesta per sapere le tempistiche certe di riavvio dei lavori della nuova caserma, e input politici alla delegazione trattante per risolvere le altre questioni contrattuali quali le assicurazioni per gli Agenti attivabili con il welfare aziendale e la pensione integrativa.

Il rischio è che per tutte queste tematiche si allunghino nuovamente le tempistiche in quanto esiste un evidente problema di relazioni sindacali dovute ai dirigenti che continuano ad anteporre questioni burocratiche risolvibili.

Questa volta non permetteremo che chi ha prolungato i tempi per il nuovo orario di lavoro possa stoppare le importanti novità necessarie a rilanciare la Polizia Locale, e se sarà necessario, dopo la prima mobilitazione, apriremo lo Stato di Agitazione.

Luca Falcitano, Coordinatore Provinciale DICCAP e SULPL Ferrara

                   

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi