Home > COMUNICATI STAMPA > Polizia locale unione terre e fiumi: dall’amministrazione solo slogan e nessun investimento. Chiusura al dialogo con il sindacato autonomo che denuncia queste inefficenze.

Polizia locale unione terre e fiumi: dall’amministrazione solo slogan e nessun investimento. Chiusura al dialogo con il sindacato autonomo che denuncia queste inefficenze.

Tempo di lettura: 2 minuti

Da: Coordinatore DICCAP e SULPL.

Il SULPL (Sindacato Unitario Lavoratori Polizia Locale), Sindacato più rappresentativo per la Polizia Locale Italiana, vuole portare all’attenzione dell’opinione pubblica quanto sta avvenendo nell’Unione Terre e Fiumi
Da mesi SULPL e DICCAP hanno denunciato le evidenti criticità del Comando della Polizia Locale Terre e Fiumi, relative a carenza di personale, problematiche di sicurezza, regolamento non conforme alla normativa regionale.. tutte questioni che dimostrano di fatto come il Comando sia al di fuori degli standard moderni necessari per un Corpo di Polizia Moderno.
Dopo un primo iniziale incontro avvenuto a Novembre 2019, nonostante gli impegni presi in tale incontro, se si escludono i cambiamenti ai vertici del Comando, non ha portato nessuna modifica né intrapreso iniziative concrete che potessero far presagire ad un miglioramento effettivo delle condizioni di lavoro per gli Agenti rispetto al 2019.
Alla luce di ciò SULPL e DICCAP hanno inoltrato all’amministrazione due richieste di incontro, l’amministrazione ha di fatto deciso di chiudere il dialogo con i Sindacati autonomi ed ha preferito tirare dritto e convocare in data odierna un incontro con i soli Sindacati confederali, escludendo senza motivo i funzionari del DICCAP e del SULPL che da mesi denunciano l’immobilismo dell’Unione Terre e Fiumi in materia di sicurezza.
Di fatto sono stati lanciati dall’amministrazioni solo slogan, a volte anche infelici (vedere l’uscita della Sindaca di Tresignana di qualche settimana fa sulle sanzioni), nessun investimento concreto è stato fatto, nessuna modifica regolamentare, ma soprattutto nessuna assunzione di nuovi Agenti, e con i numeri attuali si riescono a malapena a coprire i servizi essenziali.
Duole prendere atto che l’amministrazione ha preferito i giornali al dialogo con i Sindacati che di fatto rappresentano la Polizia Locale dell’Unione Terre e Fiumi.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi