Home > COMUNICATI STAMPA > Poste Italiane: tre pc donati alla Delegazione Provinciale del Comitato Paralimpico di Ferrara

Poste Italiane: tre pc donati alla Delegazione Provinciale del Comitato Paralimpico di Ferrara

Tempo di lettura: 2 minuti

da: Poste Italiane, ufficio Comunicazione Territoriale Emilia-Romagna e Marche

Poste Italiane sostiene le società che si occupano dell’inserimento di ragazzi disabili nel mondo dello sport

Poste Italiane, consapevole del suo ruolo sociale legato alla sua presenza capillare sul territorio, sostiene il Comitato Paralimpico Italiano (CIP) e le realtà provinciali impegnate nelle attività sportive e nell’inserimento di ragazzi disabili nel mondo dello sport: tre computer in precedenza utilizzati dall’Azienda e totalmente “rigenerati” sono stati donati alla Delegazione Provinciale del CIP di Ferrara, al Centro CASP Paralimpico Canoa Club e all’associazione sportiva dilettantistica Format Ferrara.
Gli strumenti informatici sono stati consegnati stamattina (17 aprile) presso l’ufficio postale PosteImpresa di Ferrara ai presidenti regionale e provinciale del CIP Gianni Scotti e Giuseppe Alberti, dalla direttrice della Filiale di Ferrara di Poste Italiane Fulvia Allegretti e dal responsabile Supporto Polo Tecnologico dell’Area Centro Nord Daniele Croci. Alla cerimonia erano presenti Mauro Borghi del Centro CASP Paralimpico Canoa Club e il delegato FISDIR Alessandro Grande della ASD Format Ferrara. I computer, infatti, potranno essere utili alle società sportive per il coordinamento delle attività di promozione e sostegno dei giovani disabili del Ferrarese.
Poste Italiane, da sempre impegnata nell’ambito della Responsabilità Sociale d’Impresa, sostiene iniziative a favore di enti non lucrativi che prestano volontariamente la loro opera in progetti di solidarietà sociale.
Grazie al riconoscimento da parte dello Stato, il CIP ha assunto il ruolo di Confederazione delle Federazioni e Discipline Sportive Paralimpiche, sia a livello centrale che territoriale, alla stregua del CONI per lo sport olimpico, mantenendo il compito di garantire la massima diffusione dell’idea paralimpica e il più proficuo avviamento alla pratica sportiva delle persone disabili, in stretta collaborazione con il CONI stesso.
Il CIP disciplina, regola e gestisce le attività sportive per persone disabili sul territorio nazionale, secondo criteri volti ad assicurare il diritto di partecipazione all’attività sportiva in condizioni di uguaglianza e pari opportunità. Per quanto riguarda l’agonismo di alto livello, il CIP coordina e favorisce la preparazione atletica delle rappresentative paralimpiche delle diverse discipline in vista degli impegni nazionali ed internazionali e soprattutto dei Giochi Paralimpici, estivi e invernali, che si svolgono circa due settimane dopo i Giochi Olimpici, nelle stesse sedi e strutture utilizzate per le Olimpiadi.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi