Home > INTERVENTI > Premio Paolo Mandini per lo sport e la cultura va a Walter Mattioli

Premio Paolo Mandini per lo sport e la cultura va a Walter Mattioli

Da: Organizzatori

Il primo Premio Paolo Mandini per lo sport e la cultura va a Walter Mattioli

Il riconoscimento dedicato al cooperatore consegnato in occasione del 40° della Società Calcio Final di Rero

In occasione della cena per il 40° della Società Calcio Final di Rero, il Patron della Spal Walter Mattioli ha ritirato il Premio Paolo Mandini per lo sport e la cultura, assegnato per la prima volta quest’anno dall’Associazione Paolo Mandini, in collaborazione con Legacoop Estense e Co.Ind.

“A Paolo Mandini abbiamo dedicato la neonata associazione culturale di cui siamo stati promotori – afferma il presidente di Legacoop Estense Andrea Benini – ispirandoci a una persona che ha fatto della propria vivacità intellettuale, della capacità di dialogo e dell’impegno civile la propria cifra stilistica”. “Paolo era uno spallino convinto – continua Tino Cesari, Presidente di Co.Ind, che ieri sera ha consegnato il premio insieme alla figlia e alla moglie di Mandini – e sarebbe orgoglioso di vedere i risultati che la sua squadra del cuore ha raggiunto in questi anni”. Mandini, oltre che giornalista e cooperatore, è stato assessore allo sport del Comune di Ferrara negli anni 80 e dirigente spallino.

“Con enorme piacere consegniamo questa prima edizione del Premio a Walter Mattioli, a cui va il merito di aver condotto la Spal alla serie A e rinvigorito la passione sportiva di tanti concittadini, dando a Ferrara un ulteriore motivo di orgoglio”, dichiara Dario Barbieri, tra i soci fondatori della Società Calcio Final di Rero. La serata, che ha visto la partecipazione di più di 100 persone tra soci, sportivi, appassionati e amministratori locali, si è conclusa con un’intervista al Presidente Mattioli, che ha dedicato il premio appena ricevuto al settore giovanile della SPAL, su cui la Società sta investendo molto, “con l’obiettivo – dichiara Mattioli – di portare tra qualche anno i suoi giovani a giocare in prima squadra, facendo così crescere il calcio a Ferrara”.

Da: Organizzatori

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi