COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > Presentato a istituzioni e sindacati il programma per Mercatone Uno

Presentato a istituzioni e sindacati il programma per Mercatone Uno

Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa Mercatone Uno

Le riaperture: entro la prima metà del prossimo mese di novembre torneranno operativi i punti vendita di Roma, Carrè (Vi), Pombia (No), Tavernerio (Co) e Bertinoro (FC). Nel corso del 2016 sono previste cinque ulteriori riaperture con l’obiettivo di raggiungere 300 mila mq di aree di vendita su 60 punti vendita nelle principale aree metropolitane italiane. È stato confermato l’interesse all’acquisizione del Gruppo da parte di importanti investitori, anche internazionali.

I Commissari Straordinari del gruppo Mercatone Uno (avv. Stefano Coen, dott. Ermanno Sgaravato e prof. Vincenzo Tassinari), nel corso dell’incontro che si è tenuto oggi al Ministero dello Sviluppo Economico, hanno illustrato le linee guida del “Programma”, depositato al Mise lo scorso 5 ottobre 2015 ed in attesa di autorizzazione, che prevede il recupero dell’equilibrio economico del Gruppo Mercatone Uno, attraverso la sua dismissione entro il 2016.
Il percorso indicato nel Programma prevede la riapertura, entro la prima metà di novembre, dei punti vendita di Roma, Carrè (Vi), Pombia (No), Tavernerio (Co) e Bertinoro (FC) ed entro il 2016 di ulteriori cinque punti vendita.
Il Gruppo Mercatone Uno potrà, così, tornare a presidiare, con oltre 300.000 metri quadri di superficie di vendita attivi, le principali aree metropolitane italiane (fra cui Roma, Milano, Firenze, Torino, Bologna, Bari, Napoli, Catania) e zone di importante interesse commerciale in Italia, garantendo un adeguato livello occupazionale.
Nei primi sei mesi della Procedura l’attività dei Commissari Straordinari, coadiuvata dal management aziendale, ha consentito l’avvio della fase di rilancio di Mercatone Uno e ha creato le condizioni per intravedere il salvataggio del Gruppo, con una importante salvaguardia dei posti di lavoro.
Il Programma depositato ha escluso il ricorso alla Garanzia dello Stato e si confida, per la sua riuscita, nella fattiva collaborazione delle Organizzazioni Sindacali, che già hanno dimostrato grande sensibilità ed attenzione; delle Banche e dei fornitori che così potranno, anche loro, contribuire attivamente alla buona riuscita del Programma stesso.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi