Home > COMUNICATI STAMPA > Presentazione del libro “Nicolas Eymerich. Il lettore e l’immaginario in Valerio Evangelisti” alla libreria Ibs+Libraccio

Presentazione del libro “Nicolas Eymerich. Il lettore e l’immaginario in Valerio Evangelisti” alla libreria Ibs+Libraccio

Da: Libreria Ibs+Libraccio

Lunedì 4 marzo alle ore 18:00 presso la storica sala dell’Oratorio San Crispino Libreria Ibs+Libraccio di Ferrara, Alberto Sebastiani presenterà il libro “Nicolas Eymerich. Il lettore e l’immaginario in Valerio Evangelisti” (Odoya).

Dialoga con l’autore Marcello Simoni

“Nicolas Eymerich. Il lettore e l’immaginario in Valerio Evangelisti” è la più completa guida all’opera di Evangelisti: una lettura che mostra come essa sia un unico grande romanzo, un “One Big Novel” articolato nei diversi cicli e nei testi pubblicati in volumi, riviste e web in venticinque anni di attività. Una narrazione che riesce a unire in sé filosofia greca e fantascienza, poesia medievale e letteratura di genere, cronaca contemporanea e psicanalisi, muovendosi dal XIV al XXXII secolo. Perno di tutto questo è il Ciclo di Eymerich, che si estende ben oltre i noti romanzi e comprende racconti, radiodrammi, fumetti e produzioni musicali, spingendosi fino alla fan fiction letteraria e filmica. Un universo narrativo che ha per protagonista l’inquisitore, personaggio-emblema del potere repressivo di ogni diversità. Il lettore è guidato alla scoperta della vera identità di Eymerich seguendolo nel suo duplice viaggio. Quello di superficie – le avventure raccontate nei romanzi che ne fanno un eroe popolare – e quello più profondo, interiore: una crisi personale che attraversa il Ciclo e con cui mette in discussione le proprie convinzioni e il rapporto con gli altri. Quando ne esce, però, Eymerich non diventa un “buono”, anzi. Il lettore si innamora di un personaggio negativo, che è il male, è il potere totalitario che vuole imporre un unico modello di vita, è un colonizzatore dell’immaginario che vuole cancellare qualsiasi pensiero divergente. E che alla fine diventa un demiurgo senza più rivali. Ecco allora la sua identità: il realismo capitalista a cui sembra non esistano alternative, ed è proprio questo ciò che Evangelisti denuncia con i suoi libri. E sembra chiedere al lettore: tu da che parte stai?

Alberto Sebastiani è pubblicista, insegnante e ricercatore. Lavora per l’Università di Bologna e a progetti televisivi, culturali ed editoriali. Collabora con la Repubblica. Ha pubblicato numerosi studi in ambito linguistico, filologico e letterario, con particolare attenzione al fumetto e alle interazioni tra i linguaggi.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi