Home > COMUNICATI STAMPA > Presentazione della Nuova Rivista Letteraria n.10 – 28 aprile 2015 ore 18,00, Ridotto del Teatro.

Presentazione della Nuova Rivista Letteraria n.10 – 28 aprile 2015 ore 18,00, Ridotto del Teatro.

Tempo di lettura: 2 minuti

da: Le Immagini s.a.s. – Agenzia di Comunicazione

Martedì 28 aprile il Ridotto del Teatro Comunale di Ferrara ospita un incontro di presentazione del nuovo numero di Letteraria (edizioni Alegre), rivista di letteratura sociale fondata nel 2010 da Stefano Tassinari

Nata dalla grande passione per la letteratura e per l’impegno sociale del suo fondatore scomparso nel 2012, la rivista conta nel suo collettivo redazionale gli scrittori che Tassinari aveva riunito attorno a sé per interpretare, con i loro particolari punti di vista, l’Italia di oggi attraverso la lente della letteratura sociale.

Il Ridotto del Teatro accoglie dunque la presentazione del numero 10 della rivista, caratterizzata da due percorsi paralleli,  la musica ed il cibo. La parte iconografica è affidata ad una serie di scatti del fotografo Marco Caselli Nirmal, che dal 1990 comincia a seguire il Maestro Claudio Abbado durante le tournée concertistiche. Ne risultano una serie di scatti di grande impatto, che annotano il ritmo dei contributi della rivista.

La parte redazionale è invece interamente dedicata al tema del cibo. Argomento quanto mai a proposito alle soglie dell’inaugurazione di Expo 2015 consacrata proprio a questo argomento, il cibo viene raccontato come “ipertrofica idea che di esso hanno le società opulente d’occidente”. Cibo dunque inteso come veicolatore di frustrazione individuale e collettiva – come si legge nell’editoriale – i diversi contributi parleranno della mitologia collegata all’atto del mangiare, “che si scioglie dal suo significato originario di sopravvivenza e di quello derivato di piacere, per diventare status symbol e strumento di contenimento delle tensioni sociali”.

Alberto Sebastiani, Silvia Albertazzi e Girolamo De Michele ci conducono in una esplorazione delle molte implicazioni del cibo – inteso come business agro-alimentare, come mancanza a causa delle logiche mondiali di distribuzione o come costante nei programmi televisivi che quotidianamente ci propongono la figura dello “chef”. Di cibo e letteratura, di cibo e teatro e di tanto altro.

Il fotografo ferrarese è presente all’incontro assieme agli scrittori citati, che si svolge alle ore 18,00 presso il Ridotto del Teatro. L’ingresso è libero.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi