Home > IL QUOTIDIANO > Presidio a sostegno della popolazione Afghana
Ferrara, piazza Trento Trieste – 24 agosto ore 18

Presidio a sostegno della popolazione Afghana
Ferrara, piazza Trento Trieste – 24 agosto ore 18

comunità afgana in italia
Tempo di lettura: 2 minuti

La  Rete per la Pace di Ferrara chiama a raccolta i ferraresi

Presidio a sostegno della popolazione afghana

Martedì 24 agosto 2021 ore 18.00
Piazza Trento (di fronte a San Crispino)

Chiediamo che il governo italiano, l’Europa e le istituzioni internazionali attivino immediatamente corridoi umanitari per tutte le profughe e tutti i profughi afghani che stanno cercando in queste ore di abbandonare i territori di guerra, offrendo a tutti e tutte loro asilo ed accoglienza.

Chiediamo che il governo italiano, l’Europa e le istituzioni internazionali adottino ogni azione diplomatica e politica utile ad assicurare il rispetto dei diritti fondamentali della popolazione afgana.

Chiediamo che l’Europa definisca chiaramente una politica comune di asilo ed accoglienza, modificando il regolamento di Dublino, ponendo fine alla politica disumana ed illegittima delle violenze e dei respingimenti sulla rotta balcanica e nel mediterraneo

Le immagini che in questi giorni giungono dall’Afghanistan ricordano quelle di 25 anni fa, quando per la prima volta i talebani entrarono nella capitale Kabul.
Certificano la sconfitta della politica di guerra occidentale.
Ma nessuno sembra volersi prendere questa responsabilità. L’occidente pare non volersi assumere le conseguenze di una guerra permanente non solo terribile per i civili ma anche fallimentare, fatta in nome della “democrazia” e della “libertà”, da esportare con le bombe e l’occupazione militare.

Se tutti i soldi spesi, a vantaggio solo dei padroni delle armi, fossero stati utilizzati per creare strutture sanitarie, scuole, per combattere la miseria dilagante, allora si sarebbe davvero combattuto il fondamentalismo oscurantista.
Dopo morte di almeno 50 mila civili afghani e oltre 3000 militari americani e nato assistiamo sgomenti alla immane tragedia che sta colpendo il popolo afgano, e in particolare le donne poste di fronte all’incubo di violenza e perdita di ogni diritto civile e politico.

Che l’occidente non sia inerte di fronte a questa ennesima catastrofe di cui è responsabile.

Rete per la Pace di Ferrara

In copertina: Un momento della manifestazione della Comunità Afghana in Italia – Roma, 21 agosto 2021

Commenta

Ti potrebbe interessare:
L’Ultimo Rosso, la festa della poesia a Ferrara
fortezza castello
Scuola: gli ultimi difensori della fortezza Bastiani
Ma cos’è l’Ultimo Rosso?
Scopri Dove, Come, Quando e con Chi
La rivolta degli oggetti
FESTIVAL DI DANZA CONTEMPORANEA 2021:
a Ferrara “La rivolta degli oggetti” e “il fantasma della libertà”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi