Home > COMUNICATI STAMPA > Processo Aemilia, 450 mila euro dalla Regione a Reggio Emilia per il dibattimento

Processo Aemilia, 450 mila euro dalla Regione a Reggio Emilia per il dibattimento

Shares

da: ufficio stampa giunta regionale Emilia-Romagna

Contributo straordinario deliberato dalla Giunta regionale per l’allestimento dell’aula speciale. Il sottosegretario Rossi: “Vogliamo manifestare il nostro impegno costante per i principi di legalità”.

Bologna – Un contributo straordinario di 450 mila euro al Comune di Reggio Emilia per l’allestimento dell’aula speciale per la celebrazione del dibattimento del processo penale Aemilia. Lo ha deliberato oggi la Giunta regionale. Il contributo consentirà di realizzare la struttura in prefabbricato per lo svolgimento del Processo Aemilia, a seguito dell’udienza preliminare che si è svolta a Bologna. Continua dunque l’impegno della Regione per sostenere economicamente lo svolgimento del processo Aemilia sul territorio, dopo il contributo di 748mila euro messo a disposizione per lo svolgimento dell’udienza preliminare a Bologna.
“Questa scelta è la dimostrazione della volontà di affrontare a viso aperto e con la massima responsabilità la discussione sul tema delle infiltrazioni malavitose nel nostro territorio – spiega il sottosegretario della Giunta regionale dell’Emilia-Romagna Andrea Rossi – L’inchiesta Aemilia ha visto un imponente lavoro da parte delle forze inquirenti e ha reso consapevole la comunità emiliano-romagnola di non essere immune da questi fenomeni. Attraverso questo sostegno vogliamo manifestare il nostro impegno costante nell’affermare i principi di legalità sui quali fondiamo il nostro operato come rappresentanti delle pubbliche istituzioni”.
“Un impegno espresso fin dal 2010 – aggiunge Rossi – con la richiesta della Regione di insediare la DIA in Emilia-Romagna, e successivamente con le iniziative di controllo e di verifica attuate nel corso della ricostruzione post-terremoto e con la realizzazione del Testo unico della legalità, oltre che con le iniziative di sensibilizzazione e promozione della cultura contro le mafie. Tutto questo – conclude il sottosegretario – rappresenta il nostro impegno politico per rispondere con consapevolezza e serietà a questa importante emergenza sul nostro territorio”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi