Home > COMUNICATI STAMPA > Progetto “Mi muovo insieme”. Coletti: “Livelli tariffari invariati e sostegno per le categorie deboli, che si servono dei trasporti pubblici”

Progetto “Mi muovo insieme”. Coletti: “Livelli tariffari invariati e sostegno per le categorie deboli, che si servono dei trasporti pubblici”

Da: Ufficio Stampa
BONDENO (FERRARA), 17-05-2019.
Nel 2018, Bondeno ha aderito al progetto “Mi muovo insieme”, che ha consentito a diversi utenti di acquistare presso gli sportelli Tper di Ferrara abbonamenti agevolati per il trasporto pubblico. Gli sconti tariffari (per i quali i soggetti interessati potranno fare richiesta, aderendo alle indicazioni dell’avviso pubblico disponibile sul sito web del Comune) riguardano i percorsi urbani, extraurbani o cumulativi (i cosiddetti percorsi “plurizonali”) riferiti agli abbonamenti sottoscritti nel 2018. «In pratica – dice l’assessore alle Politiche sociali, Cristina Coletti – chi si è abbonato ai trasporti pubblici e rientrava nelle categorie sociali previste nel può usufruire di uno sconto sulle spese già sostenute». Nello specifico, “Mi muovo insieme” era rivolto agli anziani, alle famiglie numerose, a disabili, vedove di caduti in guerra o per cause di servizio, ex deportati nei campi di sterminio e persone perseguitate per ragioni politiche, etniche e religiose, tra le categorie prese in considerazione. Le tariffe per queste tre tipologie di abbonamento sono conteggiate, rispettivamente, in 147 euro per il percorso monozonale o urbano; di 147 euro anche per il tratto extraurbano coperto dall’abbonamento, ed infine di 216 euro per l’abbonamento cumulativo, che includa per esempio tratte ferroviarie o filoviarie, ed anche percorsi urbani. «Le normative regionali – ricorda Coletti – hanno consentito di calmierare le tariffe del trasporto pubblico, allo scopo di agevolare le persone in situazioni di fragilità. Il progetto si rivolge alle famiglie numerose (con quattro o più figli) e con un Isee non superiore a 18mila euro. Inoltre, a varie situazioni di diversabilità: ciechi e ipovedenti, invalidità dovute a cause di lavoro, di guerra. Consideriamo un fatto importante che i cittadini possano usufruirne». Mettendo insieme il dato anagrafico, il grado di disabilità ed i parametri Isee, ciascuno potrà verificare il valore del contributo pubblico per il proprio abbonamento annuale ai trasporti. Per fare qualche esempio, per l’abbonamento in tratta urbana di un anziano con Isee fino a 7500 euro, la spesa per l’utente sarà di soli 60 euro, rispetto ai 147 euro del costo complessivo. Oltre questa soglia di reddito e fino a 15mila euro di Isee, il contributo richiesto al cittadino sarà di 105 euro (su 147). Per le tratte extraurbane, il cittadino pagherà 95 euro (e 121 sarà il contributo pubblico per abbattere il costo dell’abbonamento) fino a 7500 euro di Isee; di 145 euro (con contributo pubblico di 71 euro) è il contributo richiesto al cittadino con una soglia Isee fino ai 15mila euro. Per le famiglie numerose con Isee fino a 18mila euro, il contributo richiesto all’utente è di 100 euro per le tratte urbane o extraurbane e di 150 euro per un abbonamento “cumulativo”. Il Comune di Bondeno provvederà ad effettuare controlli a campione per verificare la veridicità delle domande ricevute. I moduli riferiti alle domande e la relativa delibera comunale sono disponibili all’Urp e sul sito: www.comune.bondeno.fe.it. Le domande potranno pervenire entro il 28 giugno 2019 all’Ufficio Protocollo, situato al pian terreno del Comune di Bondeno.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi