Home > COMUNICATI STAMPA > Proiezione di eccezionali documentari d’epoca sulla storia di Ferrara

Proiezione di eccezionali documentari d’epoca sulla storia di Ferrara

Da Ufficio stampa

Mercoledì 20 settembre 2017, alle ore 17, presso la Sala Agnelli della Biblioteca Ariostea (via Scienze 17, Ferrara), saranno proiettati alcuni eccezionali documentari d’epoca, con protagonista la nostra città:
“Amanti senza fortuna [Ugo e Parisina]”(1949) di Adolfo Baruffi e Florestano Vancini; “Este Viva! Il Palio di San Giorgio” (1933) di Antonio Sturla;
“Ferrara prima città moderna” (1961) di Fabio Medini.

La proiezione avverrà nel corso della presentazione del libro di Paolo Molinari “Vicolo cieco delle adultere. Una storia di giovinezza, cinema & indiscrezioni dalla Ferrara medievale al Maggio 1977”, prefazione di Paolo Sturla Avogadri (Faust Edizioni, collana di narrativa ‘I Nidi’).
Ne parleranno con l’autore:
Paolo Sturla Avogadri (storico e saggista);
Ambretta Balboni (presidente Pro Loco Ferrara).
Sarà presente l’editore Fausto Bassini.
Con il patrocinio di Pro Loco Ferrara.
La partecipazione è libera e gratuita.

“Vicolo cieco delle adultere”.
DAL MAGGIO DI SANGUE (1425) AL MAGGIO DEL DISSENSO (1977) UNA TRAMA INTRICATA E AVVINCENTE: un Signore di Ferrara violento e dissoluto ai tempi di Ugo e Parisina (Niccolò III d’Este), un romantico giullare dalla lingua lunga (Bracco de’ Robusti), un enigmatico boia tormentato dai rimorsi (Gualtiero Pandermili), una donna da conquistare (Lea Falzagalloni), una regista americana con l’ossessione per Antonioni (Charlene Howlette).

“Ho potuto riscontrare e apprezzare, oltre a una notevole e fantasiosa creatività, altrettanta dimestichezza e competenza nella storia della nostra città, per non parlare poi dell’impeccabile forma lessicale”
Dalla prefazione di PAOLO STURLA AVOGADRI

PAOLO MOLINARI. Originario di Sermide (Mantova), vive da molti anni a Ferrara dove ha scritto alcuni romanzi, dandone alle stampe quattro: “La Rigenesi di Amneris” (2012), “Caccia al pirata posseduto” (2012), “Quei due ciarlatani di Durlamdirf” (2012), “Quattro giacobini a Hermegual” (2016).

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi