Home > COMUNICATI STAMPA > Protagoniste le imprese e le Camere di Commercio il 16 gennaio 2020

Protagoniste le imprese e le Camere di Commercio il 16 gennaio 2020

Tempo di lettura: 4 minuti

Da: Ufficio Stampa Camera di Commercio Ferrara

Laboratori, orientamento e strumenti per favorire la condotta responsabile delle imprese. L’evento finale del progetto “Responsabilità Sociale in Rete” finanziato dalla Regione Emilia Romagna con le testimonianze degli imprenditori, le storie delle imprese “coesive” ed il contributo di Ermete Realacci Presidente della Fondazione Symbola.

Prosegue l’impegno di Regione Emilia Romagna e Camere di commercio di Ravenna e Ferrara per lo Sviluppo sostenibile con un progetto comune – nato dalla collaborazione con i Comuni di Ravenna e Ferrara e con le associazioni imprenditoriali delle due province – per consolidare e sviluppare la consapevolezza fra le imprese sui temi e sulle azioni della responsabilità sociale e dell’Agenda 2030, nata come strategia di riferimento per realizzare un necessario modello di sviluppo sostenibile.
I risultati conseguito con questo progetto, giunto alla terza annualità, verranno presentati con un particolare evento che vuole testimoniare l’impegno delle imprese più dinamiche sul fronte della sostenibilità che si sono mobilitate per realizzare un futuro di crescita, sviluppo e inclusione.
L’appuntamento è Giovedì 16 gennaio dalle ore 9,30, presso la Sala dei Comuni del Castello estense di Ferrara con il convegno “Per una nuova conciliazione tra economia circolare, benessere delle persone e tutela dell’ambiente”
Dopo i saluti del Presidente della Camera di Commercio di Ravenna Natalino Gigante e del Presidente della Camera di commercio di Ferrara Paolo Govoni, introdurrà i lavori Cristiano Bendin Capo Redattore de “Il Resto del Carlino – Ferrara”. Seguiranno gli interventi di Ermete Realacci Presidente della Fondazione Symbola, Roberto Ricci Mingani, Servizio Qualificazione per le imprese Regione Emilia Romagna, e le testimonianze degli imprenditori ferraresi e ravennati protagonisti nei progetti di turismo inclusivo, accessibile e mobilità sostenibile, chiuderà i lavori Donato Speroni del Segretariato dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS).
“Dobbiamo far conoscere i tanti esempi di imprese che sono radicate nella comunità e nel territorio e contribuiscono fattivamente allo sviluppo sostenibile e ancora di più trovare gli strumenti perchè le aziende più all’avanguardia, nel contribuire all’Agenda 2030, accompagnino quelle che sono ancora all’inizio del percorso. – sottolinea Paolo Govoni, presidente della Camera di commercio di Ferrara – Dobbiamo lavorare nelle filiere di cui fanno parte migliaia di aziende, spesso di piccole dimensioni, perché da lì può arrivare un contributo straordinario per spingere i temi che sono in cima all’agenda della sostenibilità. E dobbiamo impegnarci – conclude Govoni – perché la sostenibilità diventi il linguaggio comune con cui l’impresa parla ai propri clienti, ai fornitori, ai dipendenti, a tutti i suoi stakeholder “.
Il legame con la comunità e con il territorio trova rappresentanza in tutte quelle realtà che fanno della relazionalità uno dei driver del proprio “fare impresa”: aziende che per questo possono definirsi “coesive”, perché proprio dalle relazioni che tessono con gli altri soggetti, contribuiscono a costruire e ad alimentare congiuntamente coesione sociale e competitività.
“Quello della Sostenibilità è il modello di territorio e di impresa più autentico, quello che trova risorse insospettabili nei momenti più difficili, quello che sa conciliare tradizione e innovazione, valorizzando con successo le proprie diversità sotto un unico slogan: “essere uniti nell’andare insieme” – sintetizza Giorgio Guberti Presidente della Camera di commercio di Ravenna – E sono soprattutto le piccole imprese, quelle più intimamente legate al territorio, che esprimono un forte contenuto sociale, strettamente connesso alla qualità della vita. La loro attività non si limita a produrre beni e servizi economici, ma genera anche capitale sociale, fiducia, rapporti interpersonali, solidarietà”.
La partecipazione al convegno è gratuita previo registrazione sul sito www.fe.camcom.it.
Per ulteriori informazioni Servizio Qualità, Comunicazione e Progetti speciali Camera di Commercio Ferrara 0532 783802 urp@fe.camcom.it .

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi