Home > INTERVENTI > Radames Costa
Tempo di lettura: 2 minuti

Da: Nicola Minarelli, segretario provinciale PD

Radames Costa
Una vita al servizio della comunità.
Si è spento all’età di 90 anni Radames Costa. Come tanti esponenti del PCI nel secolo
scorso si era dedicato fin da giovanissimo alla politica attiva mettendosi al servizio
della comunità facendo politica attiva nel sindacato e poi nell’amministrazione della
città e della Regione
Figlio del partigiano Ugo Costa, ucciso a Cassana – Porotto pochissimi giorni prima
della Liberazione, cresciuto negli ideali paterni negli anni cinquanta si occupa di
politiche sindacali e diventa dirigente della CGIL, poi della segretaria provinciale del
PCI.
Negli anni caldi della contestazione giovanile e dell’autunno caldo ricopre la carica di
presidente della provincia (1967 – 1970) e poi diventa sindaco della città per due
legislature fino al 1980, la sua opera di amministratore continuerà negli anni seguenti
come consigliere e assessore regionale. Infine dal 1966 al 2006 sarà presidente
dell’ANPI provinciale.
Schivo, tenace, aveva una grande dote per un amministratore: sapeva ascoltare.
Aveva peraltro un particolare intuito politico che lo portava a trovare soluzioni
condivise soprattutto nel campo dell’economia e dell’urbanistica. A metà degli anni
settanta varò il primo grande piano regolatore della città avvalendosi della
collaborazione di grandi professionisti e di famosi architetti. Consapevole
dell’importanza di decisioni, è ricordato anche per non aver avuto indugi a requisire
la storica fabbrica di calzature Zenith, sempre negli anni settanta, in un momento di
grave crisi dell’occupazione e di problemi dei lavoratori.
La sua formazione è propria stata sul campo e si è speso con rigore e consapevolezza
di essere al servizio di tutti i suoi concittadini.
Ricorderemo il suo insegnamento.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi