Home > COMUNICATI STAMPA > Raffaella Toselli: “Ecco il libro bianco di Cna per rilanciare l’alto ferrarese”

Raffaella Toselli: “Ecco il libro bianco di Cna per rilanciare l’alto ferrarese”

Tempo di lettura: 3 minuti

Da: Stefano Ravioli, CNA Ferrara

Raffaella Toselli: “Ecco il libro bianco di Cna per rilanciare l’alto ferrarese”

“Guardare oltre la pandemia e cambiare passo, mettendo in campo progetti in grado di rilanciare l’alto ferrarese dal punto di vista sociale ed economico. Possiamo farcela se sapremo essere ambiziosi e lavorare insieme: istituzioni, imprese, cittadini”

Raffaella Toselli, imprenditrice e Presidente di Cna Alto Ferrarese, formula una serie di proposte molto concrete su cui lavorare per ridare forza alla crescita economica nell’alto ferrarese: “una sorta di libro bianco – spiega – a cui si può aderire senza preclusioni di appartenenza, a patto di essere disponibili a fare rete e collaborare”

“Le nostre proposte – spiega Raffaella Toselli – puntano ad essere condivise da tutti i Comuni dell’alto ferrarese, che sono chiamati a lavorare insieme superando ogni forma di campanilismo.”

Il primo punto, secondo Raffaella Toselli, è favorire la crescita del settore produttivo e adeguarlo ai tempi: “bisogna rilanciare le aree produttive, con una mappatura dei siti disponibili e di quelli da riconvertire. Servono inoltre incentivi alle imprese che vogliono insediarsi e a questo scopo bisogna creare una struttura tecnica che reperisca i fondi necessari, anche europei”.

Il “libro bianco” di Cna Alto Ferrarese punta anche a integrare il modello produttivo tipico del territorio, basato sulla meccanica, con altre manifatture capaci di garantire nuova occupazione e produzione di ricchezza: “a questo scopo – spiega Rafaella Toselli – servirà la creazione di un centro ricerche specializzato in analisi del mercato, capace di individuare nuove strade da battere per fare impresa”. Intorno a queste iniziative occorre inoltre creare una serie di servizi. Infrastrutture digitali adeguate – serve la banda ultra larga in ogni sito produttivo – ; efficientamento energetico; incubatori di impresa; centri di formazione di alto livello.

Per rilanciare la produzione è necessario disporre di una rete viaria efficiente: “Per questo consideriamo assolutamente indispensabile il terzo ponte sul Reno, la ciclovia del Reno e la promozione di una forte opera di adeguamento della viabilità generale”.

Un territorio che vuole rilanciare la propria economia deve anche pensare alla propria immagine: “E’ necessario fare marketing territoriale, rendendo il territorio dell’alto ferrarese più riconoscibile, per i turisti ma non solo. A questo scopo, credo che dovremo pensare a un vero e proprio marchio che identifichi tutto il nostro territorio con le sue specificità”.

Infine, i servizi pubblici: “gli uffici dovrebbero essere concentrati in un sito unico e gli immobili comunali non più utilizzati andrebbero allineati per reperire nuove risorse. Nel frattempo, è necessario ridurre il peso delle procedure burocratiche incrementando l’uso del digitale”

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi