Home > COMUNICATI STAMPA > Ricostruzione post sisma. Summit in Regione con le Diocesi dell’Emilia per gli edifici religiosi danneggiati

Ricostruzione post sisma. Summit in Regione con le Diocesi dell’Emilia per gli edifici religiosi danneggiati

Da: Regione Emilia-Romagna

A quasi 7 anni dalle scosse analizzato l’avanzamento dei lavori. Dal 2012 a oggi stanziati 300 milioni

Summit in Regione con i rappresentanti delle Diocesi e arcidiocesi di Bologna, Modena-Nonantola, Ferrara-Comacchio, Carpi, Reggio Emilia-Guastalla e Ravenna-Cervia. Obiettivo dell’incontro, fare il punto sull’avanzamento dei lavori per il ripristino di edifici di culto e agli altri edifici connessi danneggiati dal sisma del 20 e 29 maggio 2012.

Dal 2012 a oggi la Regione ha deliberato quasi 300 milioni. Sono 590 gli edifici religiosi lesionati tra chiese, cappelle ma anche basiliche secolari: i nuovi stanziamenti serviranno per il ripristino degli edifici che ancora necessitano di interventi. Circa 200 i luoghi di culto già ripristinati e riaperti.

Prevista, nei prossimi mesi, la riapertura di diverse chiese tra cui il 7 aprile la chiesa di San Benedetto a Ferrara e la chiesa di Gallo (Fe) nella Diocesi di Bologna, il museo Diocesano di Carpi (Mo) il 5 maggio prossimo, a giugno sarà la volta delle chiese principali di Cavezzo (Mo), Rivara (Mo), Correggio (Re), Corporeno e Reno Centese (Fe), mentre è prevista a settembre la riapertura del Duomo di Mirandola (Mo).

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi