Home > COMUNICATI STAMPA > Riutilizzo degli spazi derivanti dalla demolizione della palestra di via Manzoni

Riutilizzo degli spazi derivanti dalla demolizione della palestra di via Manzoni

Da: Ufficio Stampa del Comune di Bondeno

E’ rimasto per anni inutilizzato, ma ora quell’angolo del territorio racchiuso nel rettangolo che un tempo ospitava la palestra maggiore del Centro studi superiore tornerà a vivere. Proprio allo scopo di restituire una funzione pubblica a questo lembo di terreno, è stata richiesta una consulenza ad un professionista, quale l’architetto Matteo Casari, già distintosi per progettazioni importanti. Ad esempio, la Casa della Musica e la realizzazione della nuova piazza 20 Maggio a Scortichino. «Esiste uno spazio che vorremmo riqualificare – avvertono il sindaco Fabio Bergamini e il vicesindaco con delega allo sport, Simone Saletti – relativo al luogo in cui si trovava la vecchia palestra di via Manzoni». Il terremoto danneggiò irreparabilmente la struttura sportiva e non fu possibile recuperarla in alcun modo. Come da ordinanza commissariale, la palestra venne abbattuta alla fine del 2012, anche allo scopo di consentire lo sblocco dei procedimenti per la ricostruzione dell’impianto, avvenuta all’interno del centro sportivo Bihac (quella che poi è stata intitolata: “Palestra Bonini”). Fin qui, la cronaca. Ma ora anche lo spazio rimasto spoglio in via Manzoni deve trovare una destinazione. «Siamo a conoscenza del fatto che durante le manifestazioni sportive, via Manzoni soffre per la presenza di auto parcheggiate ai margini della carreggiata – assicura Saletti – quindi una delle ipotesi che abbiamo preso in esame è la possibilità di creare un parcheggio nella zona. Tuttavia, questo è uno spazio adiacente alla scuola, che sorge nel cuore di un quartiere residenziale come quello di via Giordano Bruno. Per questo motivo, crediamo utile avvalerci di una consulenza esperta per un progetto complessivo di riqualificazione dell’area». Il municipio ha messo a disposizione per la progettazione definitiva-esecutiva circa 9mila euro (Iva e oneri inclusi) per arrivare nel breve termine alla definizione di quella che sarà la soluzione ottimale per l’area di via Manzoni.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi