Home > IMMAGINARIO - La foto della settimana > Rosso ferrarese con ferita aperta
chiesa-san-franceco
Tempo di lettura: 2 minuti

La chiesa di San Francesco è una tra le più belle di Ferrara: enorme, l’esterno tutto in cotto inframezzato da qualche lesena in marmo e due morbide e grandi volute sulla facciata, come riccioli che si posano sulle tempie. La mattina il sole le scalda l’ampia e robusta schiena, la sera le colorisce il volto rivelando tutto il suo splendore. Tuttavia questa chiesa è anche tra le più danneggiate dal terremoto del maggio 2012. Inagibile ancora oggi, come la maggior parte dei beni monumentali del centro storico, porta i segni di quella sciagura soprattutto nella parete posteriore esterna: come si può vedere in foto, sono ben visibili diverse crepe, tra cui una lunga quanto l’intera arcata.

Fondata dai Francescani fin dagli anni in cui il santo fondatore era in vita, la chiesa di San Francesco viene ricostruita nel 1494 da Biagio Rossetti su incarico del Duca Ercole I d’Este.

Articoli correlati, clicca sul titolo:
Ri-scossa: Ferrara a tre anni dal terremoto, fra ricostruzione e ripensamenti
Malacarne su Santa Maria in Vado: “Il terremoto ha ridotto i beni culturali a cenerentole”

Immagini rappresentative di Ferrara in tutti i suoi molteplici aspetti, in tutte le sue varie sfaccettature. Foto o video di vita quotidiana, di ordinaria e straordinaria umanità, che raccontano la città, i suoi abitanti, le sue vicende, il paesaggio, la natura…

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Mario_Draghi_-_World_Economic_Forum_Annual_Meeting_2012
Effetti del nuovo liberalismo del governo Draghi:
più poveri e più privatizzati
chirurgia assistenza aiuto emergenza
PRESTO DI MATTINA
Un ospedale da campo
sguardo bambina brasile
PRESTO DI MATTINA
Francesco, “pastore degli sguardi”
rete pesca mare
PRESTO DI MATTINA
Aparecida: lo stile di papa Francesco

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi