Home > COMUNICATI STAMPA > Sabato 24 febbraio inaugurazione Liceo Ariosto dopo lavori consolidamento post-sisma 2012

Sabato 24 febbraio inaugurazione Liceo Ariosto dopo lavori consolidamento post-sisma 2012

Shares

Da organizzatori

Sabato 24 febbraio, alle 11, il liceo Ariosto di Ferrara inaugura i locali che dal 2016 hanno dovuto ricorrere alle cure di un cantiere per migliorare la sicurezza dell’istituto, dopo i danni subiti dal sisma del maggio 2012.
Danni patiti, dopo le violente scosse dei giorni 20 e 29, principalmente nell’edificio principale, con distacchi in corrispondenza dei giunti, lesioni alle travi e danni ai solai.
Nell’ambito del programma degli interventi post sisma della Regione Emilia – Romagna, la Provincia di Ferrara ha ottenuto un finanziamento di 358mila euro per lavori di ripristino e rafforzamento dell’edificio scolastico.
L’ufficio progettazione sismica dell’amministrazione che ha sede in Castello Estense ha coordinato la progettazione, che porta la firma degli ingegneri Marco Roversi e Dario Gatti. Interventi che sono serviti, oltre alla riparazione dei danni, a ridurre alcune vulnerabilità strutturali riscontrate.
Le opere realizzate consistono, in sintesi, nel consolidamento dei solai, in ancoraggi tra le travi perimetrali, le interne e i corpi prefabbricati di copertura, nell’eliminazione dei rischi di ribaltamento delle tramezze interne (grazie a delle piastre metalliche ancorate alla struttura principale) e nella riparazione dei tamponamenti con intonaci rinforzati e ripristino delle strutture in calcestruzzo all’esterno di tutto il fabbricato.
Gli interventi sono stati eseguiti dalla ditta Geostrutture di Copparo, vincitrice della gara d’appalto.
“Si è concluso un altro cantiere – commenta il presidente della Provincia, Tiziano Tagliani – per migliorare la sicurezza degli edifici scolastici, a tutela degli alunni e del personale che vi lavora. Ringrazio la dirigenza dell’istituto – continua il presidente –, i tecnici e gli operatori del cantiere, per la costante collaborazione che ha consentito l’esecuzione dei lavori, dal 2016, senza l’interruzione delle attività didattiche”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi