Home > COMUNICATI STAMPA > Sabato 24 ottobre al Circolo Arci Zone K i Lost Weekend in concerto

Sabato 24 ottobre al Circolo Arci Zone K i Lost Weekend in concerto

Tempo di lettura: 4 minuti

da: Circolo Arci Zone K

Sabato prossimo alle 22:00 apertura del concerto dei Lost Weekend al Circolo Arci Zone K con presentazione in anteprima del nuovo disco

Dopo la grande performance dei Mastice la scorsa settimana, il sabato sera al Circolo Arci Zone K propone un altro evento unico ed imperdibile. Sul palco del live club di Via Santa Margherita 331 a Malborghetto Di Boara salirà una storica band del panorama ferrarese, i Lost Weekend, per la presentazione ufficiale del loro nuovo album “From Shine Till Rust” (Mummy Bullet Records – Riserva Sonora Records). I Lost Weekend si sono formati a Ferrara all’inizio degli anni ’90. Da allora hanno suonato parecchio in giro per l’Italia, battendo osterie, circoli, bar, pub e festival di ogni ordine di importanza (fino a partecipare a Centofiori a Bologna, ad Arezzo Wave e a Ferrara Sotto le Stelle) e sempre proponendo canzoni originali condite da qualche cover necessaria per inquadrare meglio idee e suono (come nel caso di Highway Patrolman, inserita in For You: A tribute to Bruce Springsteen per Sony Music del 1995). In oltre venti anni, la formazione è cambiata qualche volta ma sempre ruotando attorno alla stessa idea di canzone: nonostante innesti e defezioni, il mood è infatti rimasto sempre lo stesso, maturando anzi parecchio con gli anni. La band è partita dal vecchio roots rock californiano, ci ha messo subito sopra un bel po’ di paisley underground, ha studiato anche alcuni suoni newyorkesi, attaccandoci qualche reminiscenza folk dei Sixties e, alla fine, ha finito per anticipare quel suono che oggi viene genericamente chiamato “americana”.
Il nuovo “Long Playing” conta tredici tracce (compreso il pezzo omonimo “nascosto”) che raccolgono e riassumono gli ultimi cinque anni di lavoro ed evoluzione della band ferrarese. Una specie di “Hits Remastered”, insomma. Il disco ha avuto una gestazione piuttosto complicata ed è stato concepito poco prima che si scatenasse il terremoto emiliano del 2012 che, nonostante la sua scossa, ha lasciato la band forzatamente unplugged per un po’. Il tutto è stato arrangiato e registrato nel covo creativo della band, a Barioland, nella provincia emiliana per poi essere prodotto, mixato e masterizzato tra Vigarano, Milano, Arona, Londra e Viguzzolo.
E’ una raccolta di storie. Storie con immagini anche piuttosto forti prese da episodi personali o da espliciti riferimenti culturali della band e del suo songwriter. Si contano almeno tre o quattro romanzi e/o appunti cinematografici citati anche solo scorrendo i titoli della track list. Sono tutti spunti per considerazioni personali sui rapporti tra le persone e gli elementi, sulla condizione umana -e quella disumana-. E se i riferimenti non si trovassero esplicitamente nel titolo, spuntano tra testi e musica (qua e là si scovano Bob Dylan, Alex Chilton, Neil Young, i Creedence, i Green on Red o i Giant Sand). Si respira il deserto tra l’Arizona e la bonifica di Iolanda di Savoia in For A While, Cherry Red Sofa e in Candles (a passeggio con il Dylan di Time Out of Mind…) ma anche parecchio rumore urbano -Springsteen?- con Gasoline, You’re the Only One e Proud Workin’ Man (dove canta di nascosto anche il leader dei Groovers-studioso di musica popolare-cantautore e, qui, Produttore, Michele Anelli). Si passa dal R&B Sixties di My Sweet Lady, al rock alla “Keef” Richards di Tell Me Now! a quello molto più Southern di Lost Weekend, fino alle ballads Hard Life in 2015 e The Long Goodbye. Ci si sporca di olio con Steelyard Blues per trovarsi poi a correre per strade (The Road) che non conoscono classifiche e vincitori.
Appuntamento come sempre immancabile per tutti gli amanti della buona musica dal vivo.
L’apertura è prevista per le ore 18 con l’immancabile aperitivo “Alta Fedeltà” a suon di dischi in vinile.
L’inizio del concerto sarà intorno alle 22.
L’ingresso è rigorosamente GRATUITO e riservato ai soci Arci.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi