9 Ottobre 2015

Saie Smart House 2015: Smart House Living, un percorso a più tappe per “toccare con mano” l’innovazione

Riceviamo e pubblichiamo

Tempo di lettura: 8 minuti

da: Ufficio Stampa e Comunicazione MEC&Partners

Il Centro Servizi di BolognaFiere si anima di tante iniziative che coinvolgeranno il pubblico di visitatori per tutti e quattro giorni di Saie Smart House

Il Centro Servizi di BolognaFiere diventa una grande arena di idee, applicazioni concrete e soluzioni tecnologiche innovative per progettare, costruire e abitare le case di domani.
Per rispondere concretamente sulle tematiche della rigenerazione urbana e la riqualificazione edilizia – i possibili driver per la ripartenza dell’economia italiana – durante i giorni di SAIE Smart House, il cuore del quartiere fieristico di Bologna si trasforma in un ‘connettore’ di idee, progetti e soluzioni.
Nasce così Smart House Living, un progetto che si compone di 4 anime: una mostra – Smart House Solution
– in cui è rappresentata la nuova cultura dell’abitare sostenibile, per permettere ai visitatori di ‘toccare con mano’ applicazioni concrete e soluzioni tecnologiche innovative; un percorso ludico e partecipativo – la Ruota della Sostenibilità – per avvicinare il pubblico alla cultura a “triplo zero” (zero consumi, zero emissioni, zero rifiuti); Quattro Forum di approfondimento sui temi del progettare, costruire e abitare le case di domani; la Big Energy Idea, ovvero una ‘emotional room’ dell’innovazione raccontata attraverso video e suoni: un progetto che vuole motivare al cambiamento attraverso la conoscenza.
La mostra Smart House Solution, attraverso l’esposizione di mock-up, guida il visitatore attraverso un percorso dinamico e di forte impatto, conoscitivo e dimostrativo, per scoprire il meglio delle soluzioni presentate dalle aziende, toccare con mano tecnologie, materiali, componenti e sistemi pensati per cambiare da subito gli edifici in spazi abitativi di nuova generazione.
La Ruota della Sostenibilità propone una sorta di ‘quiz’ per imparare, in maniera ludica, alcuni trucchi e segreti del risparmiare, perché la cultura della sostenibilità si origina dalla conoscenza e dalla partecipazione. Ed è proprio ‘cultura’ la parola chiave – come afferma Norbert Lantschner, Coordinatore Comitato di Indirizzo Saie Smart House 2015: “Ancora manca la conoscenza e la cultura su questi temi: ridurre i costi energetici di una casa, per esempio, oltre che rendere il proprio edifico più salubre e sicuro, significa anche accrescere il valore dell’immobile. Bisogna, insomma, aumentare la consapevolezza su materiali e tecniche orientate al risparmio energetico: Smart House Living nasce proprio con questo intento.”.
I Forum – uno per ogni mattina di Fiera – mettono in luce le problematiche che ruotano attorno ai punti cardine del secolo: energia e clima. Grazie al contributo di relatori esperti di diverse discipline – tecniche, economiche e sociali – si cercherà di tracciare la road map degli interventi più urgenti.
Durante la manifestazione, inoltre, andrà in onda (dal Media Place dell’edilizia, sempre al Centro Servizi) il Notiziario “Fare Meglio”, condotto dalla giornalista televisiva Laura Faggiotto (specializzata in architettura, materiali, design e costruzioni) che coinvolgerà il pubblico con interviste e approfondimenti e testerà in diretta il ‘sentiment’ della manifestazione.

Dettaglio mostra Smart House Solution
Sono tante le aziende che presenteranno le loro innovazioni per la sicurezza, l’antisismica, il risparmio energetico:
Italcementi, insieme a Calcestruzzi e Bravbloc, espone un sistema di partizione verticale e orizzontale con prestazioni isolanti del 70% superiori a quanto prescritto dalle normative in vigore. Una vera e propria porzione di edificio per il mercato della rigenerazione urbana e della ristrutturazione.
Andil, insieme all’Università di Padova, ha sviluppato un progetto di tamponature antisismiche avanzate, che prevede l’inserimento di giunti deformabili all’interno della parete di laterizio. Obiettivo di Insysme è realizzare nuovi sistemi costruttivi che migliorino gli effetti d’interazione con il telaio di un edificio mantenendo inalterate le altre prestazioni – energetiche ed acustiche – richieste dalla normativa.
Fibrenet presenta la linea Fibrebuild che trova applicazione negli interventi di consolidamento strutturale e messa in sicurezza in sostituzione di prodotti tradizionali. Tutti i sistemi possono essere utilizzati per il consolidamento strutturale di edifici esistenti soggetti a vincolo architettonico e monumentale in quanto impiegano fibre di vetro, carbonio e acciaio nel rispetto delle prescrizioni normative di conservazione e tutela.
Ricerca e innovazione hanno portato Isotex allo studio e realizzazione di un nuovo modello di blocco, fortemente migliorato dal punto di vista dell’isolamento termico e nella capacità portante, che risulta aumentata del 45%.
Imola Tecnica richiama l’attenzione del visitatore con le nuove facciate ventilate: una soluzione per risolvere l’accresciuto bisogno di isolamento esterno degli edifici, in particolare quelli esistenti, in grado di proteggere l’edificio dagli agenti atmosferici, di arricchirne il valore estetico personalizzando a piacere l’involucro esterno e nel contempo soddisfa i nuovi e necessari requisiti di isolamento termico.
Energyntegration presenta all’interno dello Smart House Living un prodotto innovativo che consiste nell’integrazione delle funzioni fotovoltaica e termica in elementi di copertura, nella tonalità di colore desiderata, montati direttamente sulla orditura del tetto.
Dalla volontà di migliorare quanto già costruito, nasce il sistema Stille che si basa su terminali in ambiente per la climatizzazione estiva e il riscaldamento invernale a bassissima temperatura e adatto ad essere utilizzato per la riqualificazione energetica di edifici con impianto di riscaldamento a radiatori.
Solarspot con Solarspot e Ledsolarspot presenta due soluzioni che captano la luce naturale e la irradiano negli ambienti, assicurando il benessere di chi li occupa. Una proposta “green” che garantisce un notevole risparmio, senza però rinunciare ad un flusso energetico costante grazie alla somma e combinazione dell’energia naturale ed elettrica.
L’azienda Alpac presenta a Saie il monoblocco che integra la Ventilazione Meccanica Controllata nel sistema di chiusura del foro finestra, per un’alta efficienza energetica e un diminuito impatto impiantistico.
Per rendere più adatte ad un clima mediterraneo le costruzioni leggere è necessario renderle in qualche modo più “pesanti”, aumentando la loro capacità termica: su questo Rubner Haus in collaborazione con il Team dell’Università di Roma Tre, ha realizzato una nuova parete che prevede elementi strutturali ed isolamento in fibra di legno al centro, un efficace cappotto esterno e una finitura con una intercapedine di ventilazione per evitare il surriscaldamento della radiazione solare.
Ruredil alla Smart House Solution presenta un nuovo sistema costruttivo, versatile, pratico e performante, ad elevata prestazione e innovazione per rivestimenti architettonici e conservativi, da un lato esaltando il design creativo e la libertà architettonica, dall’altro svolgendo la funzione di consolidamento e di ripristino strutturale.
Stare freschi d’estate e al caldo in inverno, risparmiando sulle bollette e senza mai rinunciare al comfort, all’illuminazione e al silenzio: grazie ad una vetrata isolante, prodotto di punta dell’azienda Saint Gobain, che associa ad elevatissime performance di protezione termica un’ottima trasparenza abbinata ad una incredibile capacità di abbattimento acustico, lasciando quindi fuori i rumori della città.
L’inquinamento interno è 5 volte superiore all’inquinamento esterno, ovvero negli ambienti chiusi, dove passiamo il 90% del nostro tempo, respiriamo impurità maggiori di quante non ne respiriamo all’esterno, è per questo motivo che Saint-Gobain ha sviluppato un sistema di costruzione a secco e umido che possa preservare la buona qualità dell’aria interna usando prodotti che non emettono formaldeide.
Abk Group presenta Auto-Leveling, nuova tecnologia che consente perfetta planarità e facilità di posa anche con le piastrelle di grande formato e che si basa sull’impiego di impasti a base di materie prime per loro natura altamente stabili e resistenti, ma al tempo stesso ad elevata plasticità, unito ad una specifica lavorazione, studiata e sviluppata esclusivamente nei laboratori di ABK.

I 4 Forum di Smart House Living.
Si comincia mercoledì 14 ottobre con il primo Forum, rappresentato dal convegno inaugurale di SAIE Smart House che vedrà l’intervento centrale di Monsignor Marcelo Sanchez Sorondo, Cancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali, che interverrà “Sulla Cura della Casa Comune” – L’Enciclica di Papa Francesco a confronto con i protagonisti dell’edilizia come forte richiamo al cambiamento verso la terra, l’uso delle risorse ed il modo di abitare il nostro ambiente.
Giovedì 15 ottobre, sarà la volta di Building & Innovation, il Forum che accoglierà, tra gli altri, la docente dell’Università di Roma Tre Chiara Tonelli, che con il suo team ha vinto il premio internazionale Solar Decathlon di Parigi, e l’Ingegnere Gionata Sancisi, che illustrerà l’approccio pragmatico dell’edilizia svizzera, da anni riferimento mondiale quando si parla di nuova cultura del costruire.
Venerdì 16 ottobre, il Living ospiterà il Forum SAIE Smart House Experience: in questa sessione saranno messe a confronto esperienze che meritano di trovare ampia diffusione, perché orientate a un’edilizia che risponde alle esigenze del 2050. Tra gli ospiti, Luca Talluri, Presidente Federcasa; Mario Cucinella, MC Architects; Elena Stoppioni, Fondazione ClimAbita.
Sabato 17 ottobre, il Forum Culture & Hope si concentrerà sul paradigma culturale del cambiamento: gli interventi in programma hanno un taglio informativo e educativo, ma soprattutto intendono incoraggiare a partecipare al cambiamento che si fonda anche su un nuovo modo di abitare la casa e il pianeta. Ad aprire l’incontro, Norbert Lantschner (Coordinatore scientifico di SAIE Smart House) terrà un intervento su Culture Evolution – Dalla Società della Crescita alla Civiltà della Vita.



Periscopio
Dai primi giorni di febbraio, in cima al “vecchio” ferraraitalia, vedete la testata periscopio, il nuovo nome del giornale. Nelle prossime settimane, nel sito troverete forse un po’ di confusione; infatti, per restare online, i nostri “lavori in corso” saranno alla luce del sole, visibili da tutti i lettori: piccoli e grandi cambiamenti, prove di colore, esperimenti e nuove idee grafiche. Cambiare nome e forma, è un lavoro delicato e complicato. Vi chiediamo perciò un po’ di pazienza. Solo a marzo (vi faremo sapere il giorno e l’ora) sarà pronta la nuova piattaforma e vedrete un giornale completamente rinnovato. Non per questo buttiamo via le cose che abbiamo imparato e scritto in questi anni. Non perdiamo il contatto con la nostra Ferrara: nella home di periscopio continuerà a vivere il nome ferraraitalia e i contenuti locali continueranno a essere implementati. Il grande archivio di articoli pubblicati nel corso degli anni sarà completamente consultabile sul nuovo quotidiano. In redazione abbiamo valutato tanti nomi prima di scegliere la testata “periscopio”: un occhio che cerca di guardare oltre il conformismo e la confusione mediatica in cui tutti siamo immersi. Con l’intenzione di diventare uno spazio ancora più visibile, una voce più forte e diffusa. Una proposta informativa sempre più qualificata, alternativa ai media mainstream e alla folla indistinta dei social media.Un giornale libero, senza padrini e padroni, di proprietà dei suoi redattori, collaboratori, lettori, sostenitori. Nei prossimi giorni i nostri collaboratori, i lettori più fedeli, le amiche e gli amici, riceveranno una mail molto importante.Contiene una proposta concreta per diventare insieme a noi protagonisti di questa nuova avventura. Versando una quota (anche modesta) e diventando comproprietari di periscopio, oppure partecipando all’impresa come lettori sostenitori. Intanto periscopio ha incominciato a scrutare… oltre il filo dell’orizzonte, o almeno un po’ più in là dal nostro naso. Buona navigazione a tutti.

Chi non ha ricevuto la mail e/o volesse chiedere informazioni sul nuovo progetto editoriale, può scrivere a: direttore@ferraraitalia.it

Ti potrebbe interessare:

  • Un’analisi del voto: Meloni, Conte, Schlein e il problema della rappresentanza

  • Per Mahsa Amini e per sostenere la rivolta del popolo iraniano:
    Ferrara, piazza Trento Trieste: 28 settembre ore 17,30

  • Elezioni: “Tutti noi ce la prendiamo con la storia ma io dico che la colpa è nostra”

  • 2 ottobre, Elezioni in Brasile: 182 indigeni si presentano come candidati

  • ACCORDI /
    Spaghetti al pomodoro

  • IL PREMIO ESTENSE VISTO DA DENTRO
    Mario Breda vince la 58° edizione. Premio Granzotto a Giovanna Botteri

  • ANALISI DISANALITICA DEL VOTO
    Teniamoci per mano in questi giorni tristi

  • Colloqui di Dobbiaco 2022
    Etica Animale e Cambiamenti Climatici nel piatto

  • 27 settembre, ore 19,30: Il giallista ferrarese Marco Belli al Centro Sociale La Resistenza

  • “L’ambientalismo senza lotta di classe è giardinaggio”:
    la nuova dimensione conflittuale dei Fridays For Future

L'INFORMAZIONE VERTICALE
osservatorio globale

L’occhio di periscopio

Il giornalismo online in questi ultimi anni ha innescato una profonda trasformazione del nostro modo di informarci. Le notizie sono immediatamente disponibili attraverso la rete, continuamente aggiornate, facilmente reperibili. L’informazione è abbondante, la cronaca è ampiamente garantita. Quel che risulta carente è una chiave di interpretazione dei fatti, uno strumento di analisi capace di fornire una lettura che si spinga oltre la superficie degli avvenimenti. FerraraItalia ha questa ambizione: offrire commenti, analisi, punti di vista che contribuiscano alla formazione di una più consapevole coscienza del reale da parte di ciascuno e a vantaggio di tutti, come imprescindibile condizione per l’esercizio di una cittadinanza attiva e partecipe. Ferraraitalia è un quotidiano indipendente globale-locale che sviluppa un’informazione verticale tesa all’approfondimento, perseguito con gli strumenti giornalistici dell’inchiesta, dell’opinione, dell’intervista e del racconto di vicende emblematiche e in quanto tali rappresentative di realtà più ampie, di tendenze, di fenomeni diffusi (26 novembre 2013)

Redazione

Direttore responsabile: Francesco Monini
Collettivo di redazione: Vittoria Barolo, Nicola Cavallini, Simonetta Sandri, Ambra Simeone, Carlo Tassi, Bruno Vigilio Turra
Segreteria di redazione: Paola Felletti Spadazzi

I nostri Collaboratori: Sandro Abruzzese, Francesca Alacevich,Alice & Roberta, Catina Balotta, Fiorenzo Baratelli, Roberta Barbieri, Grazia Baroni, Davide Bassi, Benini & Guerrini, Gian Paolo Benini, Marcello Bergossi, Loredana Bondi, Marcello Brondi, Sara Cambioli, Marina Carli, Emanuela Cavicchi, Liliana Cerqueni, Ciarìn, Riccarda Dalbuoni, Roberto Dall'Olio, Costanza Del Re, Jonatas Di Sabato, Anna Dolfi, Laura Dolfi, Francesco Facchiano, Franco Ferioli, Giovanni Fioravanti, Giuseppe Fornaro, Maura Franchi, Riccardo Francaviglia, Andrea Gandini,Sergio Gessi, Pier Luigi Guerrini, Sergio Kraisky, Francesco Lavezzi, Daniele Lugli, Carl Wilhelm Macke, Beniamino Marino,Carla Sautto Malfatto, Fabio Mangolini, Cristiano Mazzoni,Giorgia Mazzotti, Paolo Moneti, Francesco Minimo, Alice Miraglia,Corrado Oddi, Fabio Palma, Roberto Paltrinieri, Valerio Pazzi,Carlo Perazzo, Federica Pezzoli, Gian Gaetano Pinnavaia, Mauro Presini, Claudio Pisapia, Redazione, Francesco Reyes, Raffaele Rinaldi, Laura Rossi, Radio Strike, Gian Pietro Testa, Roberta Trucco, Federico Varese, Ranieri Varese, Gianni Venturi, Nicola Zalambani, Andrea Zerbini

Hanno collaborato: Francesca Ambrosecchia, Stefania Andreotti, Anna Maria Baraldi Fioravanti, Chiara Baratelli, Enzo Barboni, Chiara Bolognini, Marco Bonora, Francesca Carpanelli,Andrea Cirelli, Federico Di Bisceglie, Barbara Diolaiti, Roberto Fontanelli, Aldo Gessi, Emilia Graziani, Ivan Fiorillo, Monica Forti,Fulvio Gandini, Simona Gautieri, Camilla Ghedini, Roby Guerra,Giuliano Guietti, Gianfranco Maiozzi, Silvia Malacarne, Virginia Malucelli, Federica Mammina, Paolo Mandini, Giovanna Mattioli,Daniele Modica, William Molducci, Raffaele Mosca, Alessandro Oliva, Luca Pasqualini, Martina Pecorari, Giorgia Pizzirani,Andrea Poli, Valentina Preti, Alessio Pugliese, Chiara Ricchiuti,Riccardo Roversi, Nuccio Russo, Vittorio Sandri, Gaetano Sateriale, Valentina Scabbia, Arianna Segala, Franco Stefani,Elettra Testi, Ajla Vasiljević, Ingrid Veneroso, Andrea Vincenzi,Fabio Zangara

Clicca sull’Autore per i suoi contributi.
CONTATTI
Inviare i comunicati stampa a: redazione@ferraraitalia.it
Inviare lettere al giornale a : interventi@ferraraitalia.it


FERRARAITALIA
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi