Home > COMUNICATI STAMPA > Save the Children: Ferrara, il 30 settembre presentazione del 7°Atlante dell’Infanzia (a rischio) “Bambini, Supereroi”

Save the Children: Ferrara, il 30 settembre presentazione del 7°Atlante dell’Infanzia (a rischio) “Bambini, Supereroi”

Tempo di lettura: 2 minuti

Da Save the Children

Sabato 30 settembre alle ore 14.00, presso il Chiostro di San Paolo a Ferrara, verrà presentato il 7°Atlante dell’Infanzia (a rischio) “Bambini, Supereroi” di Save the Children – l’Organizzazione internazionale che dal 1919 lotta per salvare la vita dei bambini e garantire loro un futuro – pubblicato da Treccani. L’evento si terrà all’interno del Festival Internazionale che si svolgerà nella città emiliana dal 28 settembre al 1° ottobre.
All’incontro “Piccolo eroi. Come stanno i bambini in Italia? Mappa dell’infanzia a rischio.” parteciperanno Valerio Neri, Direttore di Save the Children; Giulio Cederna, curatore dell’Atlante; Fabio Geda, scrittore. Modererà l’evento Marino Sinibaldi giornalista di Rai Radio3.
L’Atlante, composto quest’anno da 48 originali mappe e da 280 pagine di analisi e dati geolocalizzati a cura di Giulio Cederna e corredato dagli scatti di Riccardo Venturi, è realizzato nell’ambito della campagna “Illuminiamo il futuro”, avviata da Save the Children con l’obiettivo di contribuire a debellare la povertà educativa in Italia entro il 2030. Temi centrali dell’Atlante sono le condizioni di svantaggio e deprivazione nelle quali sono spesso costretti a vivere i minori e i numerosi ostacoli che incontrano rispetto ai loro coetanei, per raggiungere opportunità educative e formative.
“Bambini Supereroi” fotografa un Paese in cui quasi 1 minore su 3 è a rischio povertà ed esclusione sociale, 1 bambino su 20 non possiede giochi a casa o da usare all’aria aperta, mentre più di 1 su 10 non può permettersi di praticare degli sport o frequentare corsi extrascolastici. 1 alunno di 15 anni su 4 non raggiunge le competenze minime in matematica e 1 su 5 in lettura. Inoltre i bambini di 4 famiglie povere su 10 d’inverno soffrono il freddo perché i loro genitori non hanno risorse sufficienti per riscaldare la propria casa.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi