Home > COMUNICATI STAMPA > Scuola e volontariato alleate nella solidarietà con una raccolta straordinaria di alimenti sul territorio Ferrarese

Scuola e volontariato alleate nella solidarietà con una raccolta straordinaria di alimenti sul territorio Ferrarese

Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa Agire Sociale CSV

L’iniziativa si svolgerà nella prima settimana di aprile. Coinvolti Associazioni, Agire Sociale e Caritas parrocchiali con le Scuole materne, primarie e secondarie di primo grado del territorio provinciale.

Prenderà il via dall’1 al 9 aprile la raccolta straordinaria di alimenti nelle scuole materne, primarie e secondarie di primo grado di Cento, Codigoro, Fiscaglia, Lagosanto, Portomaggiore, Renazzo, Ostellato, Sant’Agostino e Vigarano Mainarda a sostegno delle persone e delle famiglie in gravi difficoltà economiche, oggi purtroppo in aumento sul nostro territorio. Ma mentre Associazioni e Caritas parrocchiali vedono aumentare le persone bisognose che bussano alla porta, fra cui sempre di più famiglie con bambini a carico, mette preoccupazione il calo dei prodotti destinati agli indigenti. Pertanto una situazione critica, che richiama tutta la comunità a condividere gesti di dono e di impegno civile. E si inserisce appunto in questo contesto la raccolta alimentare che viene promossa nelle scuole da una trentina di Associazioni e Caritas parrocchiali della rete progettuale a contrasto delle povertà coordinata da Agire Sociale, in collaborazione con gli Istituti comprensivi dei Comuni aderenti e alcune scuole dell’infanzia private parificate, e che coinvolgerà circa 4387 alunni insieme a insegnanti, genitori e volontari.

La proposta coniuga una settimana di educazione alla solidarietà a un gesto semplice ma importante: raccogliere generi alimentari a lunga conservazione, in particolare pasta, cibi in scatola, passata di pomodoro, olio, tonno, latte, biscotti per l’infanzia, che serviranno a portare un aiuto concreto alle quasi 3000 persone in difficoltà attualmente assistite da Associazioni e Caritas territoriali. Durante la prima settimana di aprile alunni e genitori, anche con il contributo di nonni e amici, porteranno a scuola una sportina con i viveri donati in un punto di raccolta prestabilito all’interno delle scuole materne e medie. Negli stessi giorni i volontari si impegneranno insieme con alunni e insegnanti delle scuole primarie in un’opera di raccolta e sistemazione dei generi alimentari negli scatoloni predisposti. In seguito, i volontari di Associazioni e Caritas ritireranno quanto raccolto per distribuirlo alle famiglie bisognose presenti sul territorio provinciale.
Dunque un’iniziativa a valenza educativa per suscitare uno sguardo aperto ai bisogni del territorio e promuovere dono e gratuità per il bene di tutti.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi