COMUNICATI STAMPA
Home > PARTITI & DINTORNI > Scuola, lega E-R contro maxi-concorso per precari: “Così altre 30mila cattedre vuote a settembre” 

Scuola, lega E-R contro maxi-concorso per precari: “Così altre 30mila cattedre vuote a settembre” 

Tempo di lettura: 2 minuti

Da: Ufficio Stampa Lega Emilia-Romagna

Un’interrogazione della Lega in Regione porta l’attenzione sui precari emiliano-romagnoli della scuola e sul “maxi concorso” per insegnanti in calendario dopo l’estate. “Il governo pare intenzionato a non ricorrere alla stabilizzazione degli insegnanti precari tramite assunzioni dalle graduatorie già esistenti”, spiega il primo firmatario Simone Pelloni. “Al contrario pare intenda licenziare un concorso per l’assunzione di 32 mila insegnanti precari solamente dopo l’estate, condizione che determinerebbe, a settembre, 30 mila precari in più nel mondo della scuola, a seguito dei pensionamenti. La Giunta condivide questa scelta?”

Il Carroccio regionale chiede quali siano i numeri degli insegnanti precari che prestano servizio nella rete scolastica dell’Emilia-Romagna e quale sia l’organico complessivo degli insegnanti scolastici in regione: “L’assunzione di insegnanti per l’avvio del prossimo anno scolastico si rende più che mai necessaria e urgente a garanzia della qualità dell’insegnamento di tutti gli studenti italiani, onde evitare di assistere nuovamente al dramma endemico delle cattedre vuote”.

L’interrogazione è firmata anche da: Fabio Rainieri, Daniele Marchetti, Valentina Stragliati, Emiliano Occhi, Maura Catellani, Matteo Montevecchi, Massimiliano Pompignoli, Gabriele Delmonte, Michele Facci, Fabio Bergamini, Matteo Rancan, Stefano Bargi e Andrea Liverani.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi