COMUNICATI STAMPA
Home > LE STANZE > Federico Di Bisceglie > Seconda tappa dei quattro ferraresi in viaggio. Amsterdam.

Seconda tappa dei quattro ferraresi in viaggio. Amsterdam.

Ed eccoci giunti faticosamente alle seconda tappa del tour dei quattro ferraresi in viaggio. Senza ombra di dubbio la compagnia è unanime nel sostenere che Monaco è assolutamente meglio di Amsterdam. Universalmente la città olandese, se non altro nell’ambito giovanile,è conosciuta per il libero consumo della marijuana nei celeberrimi coffe shop. Ma fumare la marijuana è più che un vizio ad Amsterdam, è quasi uno status di normalità, diffuso su più o meno la quasi totalità della popolazione. Si sente tale odore echeggiar per tutte le strade del centro e dei quartieri limitrofi. Il museo dedicato a Vincent Van Gogh è molto grande e talvolta dispersivo, ma in ogni caso è interessante e zeppo di capolavori. Oltre ad opere del post-impressionista olandese, sono esposti capolavori di Odillon Redon, Monet e Signac.
Ciò che in assoluto merita di più è la mostra temporanea esposta al Moco museum, che accosta il fumettista Banksy, diventato celeberrimo per le sue opere di street art con le quali ha tappezzato molte città del mondo e l’indimenticabile padre della pop art Andy Warhol.
image
Una doverosa constatazione che riguarda un aspetto generalizzato dell’ambito misurale e artistico, che potrà sembrare banale e un luogo comune, ma è sempre opportuno ricordare è che in Italia non ci sarebbe bisogno d’altro che un po più più di organizzazione migliore e logistica meglio organizzata. Perché davvero non abbiamo nulla da imparare. Anzi. Dobbiamo insegnare. Senza retorica, si cerca sempre qualcosa di meglio all’estero quando ci sarebbe il mondo nelle nostre terre.

I quattro ferraresi in viaggio proseguono il loro tour.
State con noi.
Prossime tappe da seguire assiduamente!
A presto!

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Passeggiando tra i mulini a vento
Ciò che ho perduto
rapporto-sbilanci-famiglie
Terza tappa. Faticosamente ce l’abbiamo fatta!
binari
LA STORIA
In viaggio per l’Europa sui binari del treno

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi