Credo ormai sia nota a tutti la storia della bambina che con la sua petizione ha costretto la maestra a rimettere Gesù nella canzoncina di Natale. Riportata come esempio da chi vuole difendere questa festa religiosa da chi pretende di trasformarla in una semplice vacanza invernale, e ancora ripresa da chi ritiene che il multiculturalismo non significhi che le tradizioni italiane debbano cedere il proprio posto a quelle altrui, perché dove c’è rispetto c’è spazio per tutti.
Ed in effetti un gesto se vogliamo molto semplice, è stato in grado di dimostrare come ci si dovrebbe comportare, rispetto a temi che più spesso affrontiamo con disagio per la complessità con cui ci pare di doverci scontrare.
E allora non è forse questo, sopra tutto, il messaggio che dovremmo cogliere? Sono sempre le cose ad essere contorte, o siamo noi a renderle tali?
Facciamoci questa domanda ogni tanto, e se ci viene il dubbio sulla risposta proviamo a fotografare il mondo cambiando filtro al nostro sguardo.

“La capacità di semplificare significa eliminare il superfluo in modo che sia la necessità a parlare.”
Hans Hofmann

Una quotidiana pillola di saggezza o una perla di ironia per iniziare bene la settimana…

Commenta

Ti potrebbe interessare:
I posti del cuore
Scegliere di non scegliere? Comunque scegliere
I DIALOGHI DELLA VAGINA
Cambiare strada per ritrovarsi
La molecola del dubbio

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi