Home > PARTITI & DINTORNI > Sgarbi, Daverio, +Europa e questa destra pericolosa

Sgarbi, Daverio, +Europa e questa destra pericolosa

Da: Organizzatori
Philippe Daverio, e credo che abbia fatto bene, pur senza polemizzare decide di non partecipare ad una iniziativa pubblica di Vittorio Sgarbi in seguito alla gradita presenza elettorale all’incontro dell’uomo di Salvini candidato sindaco a Ferrara, atteso in prima fila. Ricordo che Sgarbi sostiene attivamente l’uomo di Salvini candidato sindaco a Ferrara. Daverio sarà per altro candidato con +Europa nel Nord-Est, quindi anche nella nostra città. +Europa e Lega stanno agli antipodi per rispetto dei diritti civili, umani, sociali ed economici: due opposte visioni politiche e culturali, sono il contrario l’una dell’altra. “Il linguaggio di Salvini? Un misto di volgarità e di squadrismo offensivo”, così diceva la Bonino un po’ di tempo fa. E Salvini, con l’eleganza e la raffinatezza che lo contraddistinguono in passato definì Emma Bonino “la sciura Bonino”. Ma Sgarbi a proposito di Daverio, irato, insiste: “L’amicizia con Daverio finisce qui, ora potrà contare solo sul mio disprezzo”, e ancora: “ A Ferrara non potrà metter piede, almeno per attività istituzionali, neppure pregando in greco”. Tranquillo, noi di +Europa, dopo avere vinto le elezioni comunali, preannuncio che inviteremo ufficialmente Philippe Daverio a Ferrara. Almeno per ora nessuno, neppure Sgarbi, può decidere su chi è ostracizzato a Ferrara. Se così si comporta Sgarbi, sempre così amico dei Radicali, a quali livelli arriverà la Lega? Questa destra preoccupa e appare pericolosa.

Mario Zamorani
Capolista di +Europa a Ferrara

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi