COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > Sisma, proroga al 2016 per mutui delle imprese per pagamento tasse: la soddisfazione del presidente della Regione Stefano Bonaccini

Sisma, proroga al 2016 per mutui delle imprese per pagamento tasse: la soddisfazione del presidente della Regione Stefano Bonaccini

Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa giunta regionale Emilia-Romagna

Terremoto, proroga al 2016 per mutui delle imprese per pagamento tasse e contributi. Il presidente della Regione Stefano Bonaccini e l’assessore regionale alla Ricostruzione post-sisma Palma Costi: “Una notizia importante e attesa da tutti noi a favore delle imprese duramente colpite dal sisma ma che stanno reagendo positivamente”

«Una notizia importante e attesa da noi e dalle imprese dell’area del colpita dal sisma del maggio 2012. Una proroga di un anno che accoglie e concretizza il lavoro fatto in sinergia con il Parlamento e Governo da Regione, Comuni e rappresentanti del sistema imprenditoriale».
Così il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e l’assessore regionale alle Attività produttive e alla Ricostruzione post sisma Palma Costi che accoglie con soddisfazione il via libera delle Commissioni Bilancio e Affari Costituzionali della Camera alla proroga del termine per iniziare la restituzione del mutuo acceso presso la cassa Depositi e prestiti dalle imprese per pagare tasse e contributi. Termine che era fissato al 30 giugno di quest’anno e che per  effetto dell’emendamento approvato dalla Camera è stato spostato al 30 giugno 2016 prolungando anche di 12 mesi il piano di ammortamento.
«Dopo questo fondamentale risultato, a cui si aggiunge l’accoglimento della proroga al 31 dicembre del 2015 per l’attivazione delle forma associata per i piccoli comuni, prosegue – hanno aggiunto Bonaccini e Costi – il dialogo della Regione con i nostri Parlamentari e con il Governo sui diversi temi che rimangono aperti per ottenere le altre norme primarie, necessarie ad accompagnare tutta la fase della ricostruzione. Primo tra tutti l’ottenimento da parte della Commissione Europea della proroga per la presentazione delle domande da parte delle aziende agricole».

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi