COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > Sisma, prorogati per le imprese i termini di presentazione delle domande di contributo

Sisma, prorogati per le imprese i termini di presentazione delle domande di contributo

logo-regione-emilia-romagna
Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa giunta regionale Emilia Romagna

Varata l’ordinanza del Commissario delegato alla ricostruzione Stefano Bonaccini che sposta al 31 marzo 2016 il termine per il deposito delle domande di contributo per le imprese mentre i lavori debbono terminare non oltre il 31 marzo 2017

Al via la proroga al 31 marzo 2016 per la presentazione delle domande di contributo per le imprese mentre per concludere i lavori il termine è il 31 marzo 2017. Lo stabilisce l’ordinanza (n° 56 del 4 dicembre 2015) firmata da Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna e Commissario delegato alla Ricostruzione.
Si tratta delle modifiche all’Ordinanza n. 57 del 12 ottobre 2012 (e successive modifiche), su criteri e modalità per il riconoscimento dei danni e la concessione dei contributi (per la riparazione, il ripristino, la ricostruzione di immobili ad uso produttivo, per la riparazione e il riacquisto di beni mobili strumentali all’attività, per la ricostituzione delle scorte e dei prodotti e per la delocalizzazione) nonché l’approvazione delle Linee Guida per la presentazione delle domande e le richieste di erogazione dei contributi.
L’ordinanza è consultabile sul sito http://www.regione.emilia-romagna.it/terremoto nella sezione “Atti per la ricostruzione”, e sarà pubblicata sul Bollettino ufficiale telematico della Regione Emilia-Romagna (Burert).
L’ordinanza contiene, quindi, la proroga al 31 marzo 2016 del termine di presentazione delle domande di contributo, ad eccezione delle imprese agricole attive nei settori della produzione primaria, della trasformazione e della commercializzazione dei prodotti: rimessi in termine per presentare istanza tardiva fino al 31 dicembre 2015 i beneficiari che per ragioni indipendenti dalla loro volontà e pur avendone i requisiti non abbiano potuto inviare, l’istanza preliminare o non abbiano fatto richiesta al Commissario Delegato di autorizzazione tardiva a depositare la domanda di contributo. Inoltre vengono prorogati al 31 marzo 2017 i termini di fine lavori e al 30 giugno 2017 i termini per la rendicontazione degli interventi.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi