Home > ACCORDI - il brano della settimana > Situazionismo 2019: Dionisindaco vs *pollineo

Situazionismo 2019: Dionisindaco vs *pollineo

Sono qui che mi arrovello ormai da giorni – da quand’è cambiata l’aria qui nella bella Ferrara – pensando alla furbizia di questi nuovi fautori del cambiamento.
Sono furbi, furbissimi, scaltri, fini e appuntiti.
C’era chi li credeva dei sempliciotti alan-fabeti ma io sapevo che non era così.
Questi qui attualmente si masticano il situazionismo come nessuno, rispedendolo fuori mezzo sputacchiato a razzo come una bella pallina da tennis quando la lanci al cane.
Vedremo dunque cosa succederà questa settimana dopo questo spiazzante – ma non troppo – endorsement *aomoses*uale e vedremo nel futuro prossimo prossimissimo.
Io osserverò il tutto con particolare attenzione, attento a ogni risvolto, attento a ogni trappola perché – chiedo scusa – ma col tempo mi sono ritrovato a essere sempre più uno alla vecchia.
Insomma, per farla breve: io non stringerei mai la mano alla cosa attualmente più vicina a un nostro – purtroppo – orrido e non troppo recente passato disponibile sulla piazza.
Sarò forse un tipo ansioso e/o con la puzza sotto al naso ma per come la vedo io direi che sono un tipo previdente che – forse in modo troppo sempliciotto – antepone il proprio pensiero e agire politico a un agire che – naturalmente – vedo e sento privatamente naturale e naturalmente privato.
Quindi vabbè, chiedo preventivamente scusa ma umanamente io la vedo così.
Cordiali saluti e via col pezzo della settimana.

Homosexual (Angry Samoans, 1982)

Commenta

Ti potrebbe interessare:
Una serata al My Dream
Sardinista!
Danza la notte insonne
Un film da fine del mondo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi