Home > COMUNICATI STAMPA > Sostituzione del semaforo di viale Pironi e pulsante in “Braille” per gli non vedenti e ipovedenti: lettera in Braille del comune per avvertirli

Sostituzione del semaforo di viale Pironi e pulsante in “Braille” per gli non vedenti e ipovedenti: lettera in Braille del comune per avvertirli

Tempo di lettura: 2 minuti

Da: Ufficio Stampa

BONDENO (FERRARA), 22-04-2019.
Un profondo restyling ha riguardato nei giorni scorsi il semaforo di viale Pironi, collocato nell’intersezione con viale Matteotti e via Bonati. Praticamente, nel cuore del centro storico. Ebbene, il miglioramento ha portato con sé alcune misure: lampade al led, che miglioreranno la visibilità dell’impianto semaforico, anche a distanza, ma anche apposite cicaline che servono ad avvertire alcune categorie deboli dell’avvio della fase dedicata al passaggio pedonale. Il suddetto passaggio è regolato da una richiesta che si attiva con un pulsante, collocato nell’apposita scatolina, sul palo del semaforo, e che ha sulla sua superficie una scritta in “Braille”, che può essere cioè individuata al tatto da persone non vedenti e ipovedenti. Da qui, parte la campagna informativa che il Comune sta avviando, proprio in questi giorni. «Il servizio si attiva grazie ad un pulsante, indicato da una freccia in Braille. La vigente normativa impone, nell’opera di sostituzione dei vecchi impianti semaforici, che questi ultimi siano aggiornati anche nelle funzioni per i diversamente abili», spiega il comandante della Polizia municipale dell’Alto Ferrarese, Stefano Ansaloni. Per questo si è resa necessaria la campagna informativa rivolta alle persone non vedenti e ipovedenti, che dovranno essere informate dei cambiamenti intervenuti, in merito all’attivazione del cicalino che servirà per orientare gli utenti: «Abbiamo predisposto una lettera che, in questi giorni, raggiungerà i cittadini in condizioni di disabilità del nostro territorio – rivela l’assessore alle Politiche sociali, Cristina Coletti –. L’elenco dei quali è stato ottenuto grazie all’Unione italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti. La lettera è stata scritta sia in forma tradizionale che in Braille, per merito della collaborazione di una nostra concittadina, Marina Tagliatti». Nella missiva viene sostanzialmente specificato che sulla scatolina del pulsante, collocata sul palo del semaforo, sarà presente questo tasto identificabile per mezzo dei simboli in Braille e di una freccia sempre nei caratteri del linguaggio per i non vedenti. Gli uffici comunali saranno, inoltre, a disposizione per fornire ulteriori informazioni nel merito.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi