COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > #Spazio29nonsiferma “in moto… l’attività motoria a casa tua”

#Spazio29nonsiferma “in moto… l’attività motoria a casa tua”

Tempo di lettura: 4 minuti

Da: Comune di Bondeno.

L’emergenza CODIV-19 e la conseguente chiusura delle scuole disposta il 23 febbraio 2020 hanno rivoluzionato non solo l’approccio allo studio,ma anche tutte le attività di supporto alla crescita dei ragazzi. Il Comune e l’associazione La Locomotiva, quindi, già in convenzione, non hanno perso tempo e hanno rivisitato, oltre ai progetti di sostegno allo studio e assistenza alla digitalizzazione tramite consulenze e tutoring on-line, anche il progetto “in Moto”, da anni finanziato dall’ente. Esso metteva infatti a disposizione, figure competenti ed esperte a supporto dell’attività motoria nelle scuole dell’ infanzia e primarie. Dall’unione delle forze dell’amministrazione comunale e dell’associazione suddetta nasce, dunque, il nuovo progetto “In moto – mi muovo a casa”, in risposta alla all’emergenza Coronavirus che porta i bambini ad essere più sedentari.
“Riteniamo fondamentale in questo momento in cui si deve restare a casa, mettere in campo tutte quelle azioni che possano andare in aiuto anche ai più giovani che si trovano a far fronte a una nuova quotidianità. Vogliamo che la permanenza nella propria abitazione non sia un ostacolo al mantenere vive le buone abitudini e stimoli positivi” – commenta il Sindaco facente funzioni Simone Saletti.
“L’idea è quella di proporre un nuovo servizio -aggiunge l’Assessore alla Scuola Francesca Aria Poltronieri- “che vuole garantire la continuità scolastico/educativa e ha come finalità quella di completare il servizio di educazione motoria nelle scuole dell’infanzia e primarie di Bondeno.
L’obiettivo del progetto è quello di supportare, con l’ausilio di due esperti (uno di riferimento per l’infanzia e uno di riferimento per la primaria) l’attività motoria a casa. Tramite la realizzazione di video auto prodotti dagli esperti presso il loro domicilio si propone una stimolazione degli schemi motori di base (correre, saltare, rotolare, ecc…). “L’attività proposta ai bambini è studiata ponendo l’attenzione non solo al rispetto dell’età evolutiva del bambino stesso ma anche alle condizioni in cui si trova attualmente, ovvero uno spazio inadeguato (salotto, corridoio, cameretta, ecc…) e un ridotto numero di strumenti a disposizione.” -aggiunge l’Assessore Poltronieri- “Tutte le attività proposte sono attuate nel rispetto dello sviluppo psico-fisico dell’individuo, con lo scopo di attivare meccanismi positivi di crescita individuale e interpersonale.” Fiore all’occhiello del progetto è l’idea di utilizzare il canale di comunicazione del web come strategia di coinvolgimento più efficace per trasmettere agli studenti l’affiancamento necessario.
Per quanto riguarda la scuola dell’Infanzia le video lezioni avranno cadenza settimanale e saranno strutturate come delle sfide giocose tra i bambini e l’istruttore.
Per la scuola primaria i video saranno in numero superiore, inizieranno con un breve riscaldamento e procederanno con giochi e percorsi propedeutici.
Il progetto non tralascia l’aspetto emotivo delle tensioni psico-fisiche che caratterizzano questo preciso periodo storico, pertanto le video lezioni saranno integrate da esercizi di respirazione e rilassamento.
“IN MOTO… l’attività motoria a casa tua” è il titolo di questo nuovo progetto di videolezioni che punta al coinvolgimento anche del nucleo familiare, il sabato infatti sarà la giornata dedicata al movimento di tutta la famiglia mediante un gioco motorio proposto per tutti i componenti.
Il progetto è rivolto agli alunni della scuola materna e primaria degli istituti scolastici del territorio e indirettamente a tutti i membri delle loro famiglie.
La visualizzazione dei video sarà possibile attraverso il canale Youtube di Spazio29. Il programma settimanale sarà pubblicato sulla bacheca della scuola tramite il registro elettronico tutti i lunedì con un PDF che conterrà i link di accesso alle video lezioni suddivisi per età e tipologie di allenamento.
Il servizio è da considerarsi sperimentale e quindi modificabile in base alle esigenze, anche future, della situazione di emergenza e sempre previo accordo con l’Ente Comunale e la Scuola. “In qualità di Assessore alla Scuola” – conclude Poltronieri – “ci tengo a ringraziare sia gli operatori di spazio 29, che da anni seguono e supportano l’attività motoria dei nostri ragazzi, sia la Preside Annunziata Carrera che ci dà la possibilità di entrare nelle case dei ragazzi per non perdere le buone abitudini”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi