Home > PARTITI & DINTORNI > Stasera all’Archibugio di Ferrara con le Liste Civiche Ferrara Cambia e Ferrara Civica per Alan Fabbri Sindaco dedicato ai giovani

Stasera all’Archibugio di Ferrara con le Liste Civiche Ferrara Cambia e Ferrara Civica per Alan Fabbri Sindaco dedicato ai giovani

Da: Organizzatori
Politiche giovanili, occupazione dei giovani e nuove idee per il mercato del lavoro
Le Liste Civiche FERRARA CAMBIA e FERRARA CIVICA per Alan Fabbri Sindaco unite per parlare ai giovani di lavoro e opportunità .
Questi i temi trattati da Angela Travagli Consulente del Lavoro candidata per il Consiglio Comunale con Ferrara Cambia per Allan Fabbri Sindaco e Daniele Botti consulente marketing candidato con Ferrara Civica per Alan Fabbri Sindaco.
Angela Travagli mette sul piatto la situazione critica del mercato del lavoro e in particolare la fragilità dell’occupazione giovanile (15-34 anni) e femminile. Il quadro è di facile lettura se si leggono i dati e i grafici dell’Osservatorio dei Consulenti del lavoro e i dati Istat che fotografano la nostra Provincia in cui la condizione non è delle migliori , anzi Ferrara è tra le nove Province dell’Emilia Romagna con la percentuale più alta di persone anziane. Si passa da un’istruzione inadeguata rispetto alle esigenze del mercato del lavoro soprattutto rispetto ai sistemi del Nord Europa, ad un skill mismatch tra domanda e offerta di lavoro a giovani sottoccupati e sovra-istruiti (over qualification rate). Tutti questi fattori inducono non solo ad un tasso di disoccupazione importante, ma anche ad uno scoramento da parte dei giovani che troppo spesso si trovano sfiduciati e senza opportunità, sia al termine del percorso formativo superiore di secondo grado, sia durante o al termine del periodo di formazione universitaria. Il problema è stato compreso, afferma Angela Travagli, l’azione messa in campo è risultata tuttavia riduttiva rispetto all’evidente problema , concentrata sostanzialmente sull’utilizzo messo a disposizione per il progetto europeo Garanzia Giovani rivolto per lo più ai giovani NEET (15-29 anni). Occorre concentrarsi su una migliore e più finalizzata formazione dei giovani, investire nel territorio affinché gli imprenditori trovino conveniente insediarsi con imprese innovative (start-up). creare banche dati tramite lo Sportello Lavoro in accordo con il Comune per favorire il matching della domanda e offerta di lavoro e progettare delle cliniche fiscali, del lavoro, sanitarie , ambientali, e in vari ambiti dove professionisti e imprenditori possono farsi coadiuvare da studenti che durante il percorso di studi possono entrare nei processi produttivi anche nel campo professionale. Aumentare l’offerta formativa universitaria in modo che i giovani possano trovare la città accogliente e fruibile durante e al termine del loro percorso di studi nella nostra città. I giovani rappresentano il nostro domani, gli dobbiamo qualcosa di più, lo dimostrano i tanti giovani candidati.

Tante idee anche per il giovane Daniele Botti, consulente marketing e candidato per la lista Ferrara Civica per Alan Fabbri Sindaco, analizzando le buone prassi dei migliori Comuni del Nord Italia, lato giovani impresa, questo gruppo di giovani si è accorto che lo sportello Informagiovani poteva essere sicuramente migliorato, un giovane che vuole intraprendere un’attività imprenditoriale o professionale e si reca all’Informagiovani, viene dirottato alla Camera di Commercio di Ferrara, ovvero l’accoglienza dei giovani non è immediata e finalizzata alle loro esigenza, è dispersiva. La città che vogliamo è una città che accolga tempestivamente e da subito gli sforzi dei giovani ed è per questo che proponiamo una joint venture tra la Camera di Commercio e l’Informagiovani per far trovare al giovane un supporto all’interno di un’unica struttura. Essere a misura di giovane non significa solo fornire dei servizi, ma significa soprattutto coinvolgerli e mettere a loro disposizione velocità e concretezza . Diversi sono i punti proposti da Botti, da una prima assistenza in Informagiovani da personale formato in collaborazione con la Camera di Commercio, alla diversificazione dell’assistenza (colloqui, procedure burocratiche, finanziamenti) fino ad arrivare ad una vera e propria rete volontaria tra imprenditori e professionisti di successo e i giovani al fine di tramandare esperienza, modelli operativi e favorire così relazioni, passaggio generazionale, senso di appartenenza e creare nuova linfa con un buon motivo per rimanere a lavorare sul nostro territorio. Botti propone anche una promozione efficacie e una navigazione sui social consapevole e un Informagiovani che dia risposte e con contenuti utili e di qualità e non solo di promozione di eventi.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi