Home > COMUNICATI STAMPA > Stati e crimini contro l’umanità, martedi 10 marzo

Stati e crimini contro l’umanità, martedi 10 marzo

logo-comune-ferrara
Tempo di lettura: 2 minuti
da: ufficio stampa Comune di Ferrara
Si svolgerà martedì 10 marzo, alle ore 15, presso l’Aula Magna del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Ferrara (C.so Ercole d’Este n. 37), un dibattito dal titolo “Stati e crimini contro l’umanità. Le azioni civili nei confronti degli Stati per attiiure imperii in violazione dei diritti fondamentali: gli effetti della sentenza costituzionale n. 238/2014”. L’incontro affronta iltema della possibile risarcibilità dei danni subiti dalle vittime delle deportazioni forzate e degli eccidi provocati dall’esercito tedesco o dalle SS naziste durante la Seconda Guerra Mondiale. La materia è diventata ancor più scottante dopo la recente sentenza della Corte costituzionale n. 238/2014, la quale ha affermato l’inapplicabilità, in Italia, della norma internazionale che stabilisce l’immunità assoluta degli Stati con riguardo alle controversie civili che hanno origine da gravi violazione del diritto internazionale e dei diritti fondamentali della persona (i c.d. “crimini di guerra e contro l’umanità”), perché in contrasto con i principi supremi della nostra Costituzione. Tanti gli interrogativi sul tappeto: posto che è ora possibile, per i cittadini italiani che hanno subito torti di tal tipo (e per i loro eredi), convenire in giudizio lo Stato straniero responsabile, come sarà concretamente possibile liquidare i risarcimenti loro dovuti? Ci saranno, per questo, tangibili conseguenze sul piano dei rapporti diplomatici del nostro Paese con altri Stati europei (Germania in primis)? Cosa accadrà se l’Italia verrà perciò condannata dalla Corte Internazionale di Giustizia per violazione della norma internazionale generalmente riconosciuta sull’immunità degli Stati? Potrà l’Italia – per “ritorsione” – essere chiamata a rispondere dei danni provocati in violazione dei diritti umani al tempo del fascismo e del colonialismo? Su questi (e altri) interrogativi sono chiamati a riflettere il Prof. Paolo Veronesi (Costituzionalista Unife), che è anche l’organizzatore dell’incontro, il Prof. Francesco Salerno (Internazionalista Unife) e gli Avvocati Domenico Carponi Schittar e Joachim Lau (rispettivamente del foro di Venezia e di Firenze), i quali hanno seguito numerosi processi relativi alla pretesa responsabilità dello Stato tedesco.

 

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi