Home > ACCORDI - il brano della settimana > Stiamo un po’ calmini
Tempo di lettura: < 1 minuto

Prosegue, in tutto il Paese, la sconcertante ondata di euforia provocata dalle prestazioni della nostra Nazionale.
Si respira un clima degno della festosa Norimberga negli anni del Reich.
Si vedono a tutte le ore caroselli con bandiere, musicaccia, musica un po’ meglio, petardi, pistole, bazooka, bambini strafatti di popper, genitori ubriachi e nonni bombati di cocktail di farmaci.
Tutto questo fa certamente bene all’umore del Paese: ma non si può certo continuare così perché tutto questo è molto pericoloso in ottica assembramenti & covid-19.
C’è da essere sinceramente preoccupati per la sfida dei “nostri ragazzi” – in programma questo sabato – agli ottavi di finale.
Fortunatamente, la partita si svolgerà a Wembley e non all’Olimpico di Roma.
Questa casualità potrebbe sì alleggerire la situazione: ma anche peggiorarla sensibilmente, accentuando la follia serpeggiante iniziata dalle settimane di poco precedenti l’inizio della massima competizione continentale per squadre nazionali.
Che dire?
Intanto: Forza azzurri!
Ma anche: stiamo un attimino calmi, per Dio.
Comunque buona settimana a tutti e speriamo bene.

World in motion (New Order, 1998)

Commenta

Ti potrebbe interessare:
L’Europeo come volontà e rappresentazione.
Mario_Draghi_-_World_Economic_Forum_Annual_Meeting_2012
Effetti del nuovo liberalismo del governo Draghi:
più poveri e più privatizzati
Riprendiamoci il gusto del futuro
La Rete per le Fragilità al Comune di Ferrara:
serve una politica più incisiva per il contrasto alla povertà

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi