Home > PARTITI & DINTORNI > Sulla direttiva Salvini Alan Fabbri non s’è ancora espresso. Pensa ancora quello che aveva dichiarato? O il suo capitano gli detterà qualcosa di diverso?

Sulla direttiva Salvini Alan Fabbri non s’è ancora espresso. Pensa ancora quello che aveva dichiarato? O il suo capitano gli detterà qualcosa di diverso?

Tempo di lettura: 2 minuti

Da: Informazioni Aldo Sindaco
Alan Fabbri altro non è che il burattino di Matteo Salvini e della Lega di Naomo. Mi era chiaro da tempo, ora lo dovrebbe essere a tutti i ferraresi.
Due giorni fa Salvini ha anticipato i contenuti della nuova direttiva che porta il suo nome e Fabbri non ha trovato un momento per commentarli. Sappiamo che quel documento oltre a ribadire l’ovvio considerato che i Prefetti si occupano già di ordine e sicurezza, senza bisogno di direttive, di fatto vorrebbe commissariare i Sindaci.
Al contrario di Fabbri, Salvini di tempo ne ha in abbondanza, visto che di comizi ne fa parecchi e di lavoro al Ministero ben poco. Silenzio assenso, mi sono detto: per Fabbri è giusto che i Prefetti si sostituiscano ai Sindaci.
«Sia la Alvisi che il Prefetto – ribatte Fabbri – non sono eletti ed hanno la presunzione di imporre in modo arrogante le proprie idee ai sindaci, eletti invece dai cittadini. Vedo in tutto questo una deriva autoritaria e un rischio per la democrazia nel nostro Paese.» ho recuperato questo da una vecchia intervista, che prosegue in merito alle Prefetture e alle loro azioni “prevaricanti”, «ho sempre detto e ribadisco – conclude Fabbri – che andrebbero chiuse: questo costituirebbe un vero risparmio per lo Stato, e vorrebbe dire risorse in più da destinare alle forze dell’ordine e alla sicurezza.»
Dichiarazioni interessanti, che somigliano molto a quelle del suo leader Salvini, che parlò ancora più chiaramente: «Il prefetto non serve ad un accidente. Chiudere le prefetture risparmierebbe 500 milioni di euro. Si starebbe meglio. Chiudiamo le prefetture, diamo potere di ordine pubblico ai sindaci e gli italiani risparmiano soldi. Sono dannosi spesso e volentieri.»
So che se una risposta da Fabbri mi arriverà, sarà stata il suo capitano a dettargliela.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi