Tag: concorso fotografico

case-abitate-concorso-fotografico-acer-ferrara

IMMAGINARIO
Poesia domestica.
La foto di oggi…

Due immagini che ci raccontano la città nei suoi angoli più nascosti e, di solito, meno fotografati. Sono quelle vincitrici del primo e secondo premio del concorso fotografico “Case abitate”. Lo ha indetto per il secondo anno da Acer di Ferrara, l’Azienda che mette a disposizione le case popolari per Emilia-Romagna. E che ha voluto ripetere l’esperienza – già riuscita lo scorso anno – di fare immortalare scorci di abitazioni normali, vite di tutti i giorni, luoghi dove le persone stanno e cucinano, stendono, vivono. Autori: Elisa Catozzi che vince la sezione dedicata agli interni abitati e Diego Bassi per quella dedicata agli esterni. La poesia del quotidiano.

OGGI – IMMAGINARIO FOTOGRAFIA

case-abitate-concorso-fotografico-acer-ferrara
“Dentro ma fuori” di Diego Bassi è la foto vincitrice della sezione dedicata agli esterni di “Case abitate” per Acer Ferrara
case-abitate-concorso-fotografico-acer-ferrara
“La domenica”: foto premiata perl a sezione sugli interni di “Case abitate” di Acer Ferrara (foto Elisa Catozzi)

Ogni giorno immagini rappresentative di Ferrara in tutti i suoi molteplici aspetti, in tutte le sue varie sfaccettature. Foto o video di vita quotidiana, di ordinaria e straordinaria umanità, che raccontano la città, i suoi abitanti, le sue vicende, il paesaggio, la natura…

[clic sulla foto per ingrandirla]

case-abitate-2015-acer-ferrara-premio-metafisica-flavia-franceschini

IMMAGINARIO
Metafisica del cuore.
La foto di oggi…

Un tenda di cotone a separare il dentro dal fuori, tre gradini, scarpe da donna rimaste lì ad aspettare. Le calzature rosa potrebbero essere quelle di Antonia, la fidanzata del pittore metafisico Giorgio De Chirico. Un paesaggio, silenzioso e assolato, che fa sentire l’approdo in un angolo di frescura domestica nel pieno del calore estivo. L’immagine di Flavia Franceschini, artista e scultrice, è quella selezionata per il premio speciale metafisica del concorso fotografico dedicato alle “Case abitate”.

Ancora silenzi, luci e ombre negli altri scatti di Flavia. Le didascalie citano frasi, scritte da Giorgio De Chirico nelle lettere alla fidanzata, Antonia Bolognesi. “Cara Antonia”, “Carissima, qui è principiato il caldo”, “Scrivimi due righe e credimi tuo”. Metafisica del cuore.

La selezione delle foto di “Case abitate 2015. La metafisica del quotidiano” è in mostra nella sede di Acer (Azienda casa Emilia-Romagna), via Vittorio Veneto 7, Ferrara.

OGGI – IMMAGINARIO FOTOGRAFIA

case-abitate-2015-acer-ferrara-premio-metafisica-flavia-franceschini
La fotografia di Flavia Franceschini vincitrice del premio speciale metafisica
case-abitate-2015-acer-ferrara-premio-metafisica-flavia-franceschini
Un’altra foto di Flavia Franceschini per il concorso “Case abitate 2015”
case-abitate-2015-acer-ferrara-premio-metafisica-flavia-franceschini
Case abitate 2015, foto di Flavia per la seconda edizione del concorso di Acer Ferrara

Ogni girno immagini rappresentative di Ferrara in tutti i suoi molteplici aspetti, in tutte le sue varie sfaccettature. Foto o video di vita quotidiana, di ordinaria e straordinaria umanità, che raccontano la città, i suoi abitanti, le sue vicende, il paesaggio, la natura…

[clic su una foto per ingrandirla]

niente-fumo-tutto-ariosto

IL FATTO
“Niente fumo, tutto Ariosto”: e i ragazzi si prendono cura della piazza

“Bambini, pronti a giocare?”. Tutto è stato sistemato in tempo e, megafoni alla mano, gli scout richiamano i giovanissimi presenti in piazza Ariostea, per divertirsi e al tempo stesso insegnare quanto sia importante eliminare i rifiuti di tutti i giorni nel modo corretto. Sono le quattro di un caldo pomeriggio e gli scout del Ferrara A3 stanno ultimando la preparazione dei vari punti di gioco sistemati nel centro della piazza Ariostea, scelta dai ragazzi come luogo ideale per la giornata perché simbolo della città e luogo di cui prendersi cura.

niente-fumo-tutto-ariosto
I ragazzi del gruppo scout A3 e i bambini mentre giocano con materiali di riciclo

“La scelta è ricaduta su questa piazza perché è un luogo che anche noi frequentiamo, soprattutto il sabato sera, e ci si siamo resi conto che non tutti si preoccupano dello stato in cui la lasciano a fine serata. La domenica mattina si notano le tracce lasciate la sera prima ed è un peccato, anche perché ci sono i cassonetti per la raccolta differenziata a lato della piazza e, con un poco d’attenzione, sarebbe facile lasciare questo luogo pubblico pulito e vivibile per tutti”:
I più giovani del gruppo A3, ragazzi dai 15 anni in su, volevano realizzare un progetto che sensibilizzasse i cittadini e fosse utile anche per i bambini, che permettesse di giocare tutti insieme e di imparare che tanti oggetti possono avere una seconda vita. “Spesso i minorenni non possono partecipare ai progetti, per questo ci siamo rivolti al Comune e, insieme all’Urban Center, abbiamo ideato questa giornata. Abbiamo scelto di dividerci in vari settori, ognuno con un metodo diverso d’apprendimento, ma tutti basati sull’idea che per imparare e interiorizzare qualcosa, bisogna farla divertendosi”.

niente-fumo-tutto-ariosto
Si costruiscono strumenti musicali

Infatti ogni gruppo di scout, circondato da bambini sorridenti, ha progettato angoli con materiali e idee differenti: con carta di giornale colorata e buste di plastica per alimenti si possono realizzare piccoli origami e meduse svolazzanti e se la stessa carta di giornale l’appallottoliamo, colorata di rosso, sarà perfetta per un tiro al bersaglio, in cui si dovrà colpire l’umido, la carta, la plastica o il vetro. “Non sempre sappiamo con certezza dove vanno buttati i rifiuti,- mi racconta Giulia – quindi abbiamo realizzato questo gioco in cui i bambini devono lanciare la loro palla colorata sul bersaglio in cui pensano andrà l’oggetto che noi gli diremo”.
Mentre parlo con Giulia e Silvia, si iniziano a sentire fischi e cinguettii, infatti gli scout della postazione vicina sono impegnati nella realizzazione di strumenti musicali, fatti interamente di materiali riciclati, come bottiglie, tubi e cannucce, tutti scarti recuperati, puliti e, per i più piccoli, già tagliati dai capo scout. Superando il muro delle idee, fatto di scatoloni, su cui chiunque può lasciare una loro riflessione, un commento o un consiglio, arrivo alla sezione dedicata agli scatti del concorso fotograficoNiente fumo, tutto Ariosto“, dove Arianna sta appendendo le ultime stampe.

niente-fumo-tutto-ariosto
La giornata in Piazza Ariostea
niente-fumo-tutto-ariosto
Il tiro al bersaglio
L’angolo degli scatoloni
niente-fumo-tutto-ariosto
Scout e bambini insieme
niente-fumo-tutto-ariosto
Il concorso fotografico
niente-fumo-tutto-ariosto
Le foto della città

” Abbiamo deciso di dedicare questo spazio alle foto del concorso, sia alle tre vincitrici che alle altre partecipanti, tutte immagini che mostrano una Ferrara bella, pulita e piena di storia. Non tutte le immagini mostrano solo gli aspetti positivi, ce n’è una in particolare che mostra un angolo vicino il grattacielo, in cui le rastrelliere per le biciclette sono decorate e bellissime, ma dimenticate. Vogliamo sensibilizzare chi, abituato alla città, non ne apprezza più tutta la bellezza e non ne vede i dettagli lasciati alle intemperie e alla rovina del tempo. I tre vincitori del concorso, scelti per il numero di “mi piace” ottenuti sulla nostra pagina Facebook, verranno premiati qui alle 18.30. I premi sono stati offerti dalla gelateria La Sorgente del Gelato, che offrirà un chilo di gelato al vincitore, mezzo chilo al secondo classificato e due coni al terzo.”
Man mano che il tempo passa, scout di altri gruppi arrivano in piazza, per partecipare alla giornata organizzata dai loro amici, e i bambini realizzano i loro piccoli oggetti, corrono in giro con le mani sporche di tempera e ascoltano con attenzione gli scout che gli mostrano come differenziare tutto ciò che non serve più.

La giornata ha avuto luogo nel pomeriggio di domenica 19 in Piazza Ariostea.

L'INFORMAZIONE VERTICALE
osservatorio globale

L’occhio di periscopio

Il giornalismo online in questi ultimi anni ha innescato una profonda trasformazione del nostro modo di informarci. Le notizie sono immediatamente disponibili attraverso la rete, continuamente aggiornate, facilmente reperibili. L’informazione è abbondante, la cronaca è ampiamente garantita. Quel che risulta carente è una chiave di interpretazione dei fatti, uno strumento di analisi capace di fornire una lettura che si spinga oltre la superficie degli avvenimenti. FerraraItalia ha questa ambizione: offrire commenti, analisi, punti di vista che contribuiscano alla formazione di una più consapevole coscienza del reale da parte di ciascuno e a vantaggio di tutti, come imprescindibile condizione per l’esercizio di una cittadinanza attiva e partecipe. Ferraraitalia è un quotidiano indipendente globale-locale che sviluppa un’informazione verticale tesa all’approfondimento, perseguito con gli strumenti giornalistici dell’inchiesta, dell’opinione, dell’intervista e del racconto di vicende emblematiche e in quanto tali rappresentative di realtà più ampie, di tendenze, di fenomeni diffusi (26 novembre 2013)

Redazione

Direttore responsabile: Francesco Monini
Collettivo di redazione: Vittoria Barolo, Nicola Cavallini, Simonetta Sandri, Ambra Simeone, Carlo Tassi, Bruno Vigilio Turra
Segreteria di redazione: Paola Felletti Spadazzi

I nostri Collaboratori: Sandro Abruzzese, Francesca Alacevich,Alice & Roberta, Catina Balotta, Fiorenzo Baratelli, Roberta Barbieri, Grazia Baroni, Davide Bassi, Benini & Guerrini, Gian Paolo Benini, Marcello Bergossi, Loredana Bondi, Marcello Brondi, Sara Cambioli, Marina Carli, Emanuela Cavicchi, Liliana Cerqueni, Ciarìn, Riccarda Dalbuoni, Roberto Dall'Olio, Costanza Del Re, Jonatas Di Sabato, Anna Dolfi, Laura Dolfi, Francesco Facchiano, Franco Ferioli, Giovanni Fioravanti, Giuseppe Fornaro, Maura Franchi, Riccardo Francaviglia, Andrea Gandini,Sergio Gessi, Pier Luigi Guerrini, Sergio Kraisky, Francesco Lavezzi, Daniele Lugli, Carl Wilhelm Macke, Beniamino Marino,Carla Sautto Malfatto, Fabio Mangolini, Cristiano Mazzoni,Giorgia Mazzotti, Paolo Moneti, Francesco Minimo, Alice Miraglia,Corrado Oddi, Fabio Palma, Roberto Paltrinieri, Valerio Pazzi,Carlo Perazzo, Federica Pezzoli, Gian Gaetano Pinnavaia, Mauro Presini, Claudio Pisapia, Redazione, Francesco Reyes, Raffaele Rinaldi, Laura Rossi, Radio Strike, Gian Pietro Testa, Roberta Trucco, Federico Varese, Ranieri Varese, Gianni Venturi, Nicola Zalambani, Andrea Zerbini

Hanno collaborato: Francesca Ambrosecchia, Stefania Andreotti, Anna Maria Baraldi Fioravanti, Chiara Baratelli, Enzo Barboni, Chiara Bolognini, Marco Bonora, Francesca Carpanelli,Andrea Cirelli, Federico Di Bisceglie, Barbara Diolaiti, Roberto Fontanelli, Aldo Gessi, Emilia Graziani, Ivan Fiorillo, Monica Forti,Fulvio Gandini, Simona Gautieri, Camilla Ghedini, Roby Guerra,Giuliano Guietti, Gianfranco Maiozzi, Silvia Malacarne, Virginia Malucelli, Federica Mammina, Paolo Mandini, Giovanna Mattioli,Daniele Modica, William Molducci, Raffaele Mosca, Alessandro Oliva, Luca Pasqualini, Martina Pecorari, Giorgia Pizzirani,Andrea Poli, Valentina Preti, Alessio Pugliese, Chiara Ricchiuti,Riccardo Roversi, Nuccio Russo, Vittorio Sandri, Gaetano Sateriale, Valentina Scabbia, Arianna Segala, Franco Stefani,Elettra Testi, Ajla Vasiljević, Ingrid Veneroso, Andrea Vincenzi,Fabio Zangara

Clicca sull’Autore per i suoi contributi.
CONTATTI
Inviare i comunicati stampa a: redazione@ferraraitalia.it
Inviare lettere al giornale a : interventi@ferraraitalia.it


FERRARAITALIA
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi