Tag: missioni spaziali

La Terra è da buttare… meglio emigrare che rimediare?

L’Agenzia spaziale cinese ha recentemente portato, sulla faccia nascosta della Luna, una mini serra ospitata dalla sonda Chang’e 4, che conteneva semi di cotone, terra, acqua ed altre sostanze necessarie per creare un microclima capace di far crescere il cotone stesso.
La foto attesterebbe che la piantina è germogliata anche se poi, nel giro di poche ore, è rimasta vittima del freddo della notte lunare, ben nota per le temperature proibitive.
Lo scopo di questo esperimento sarebbe permettere alle future generazioni di astronauti di procurarsi cibo e ossigeno direttamente dalle colonie di insediamento lunari o marziane, per consentire missioni come quella su Marte che richiede tempi lunghi (circa 6 mesi per raggiungere Marte dalla Terra con le tecnologie attuali) e non consente di portare tutte le risorse necessarie.
Progetti estremamente ambiziosi che, negli ultimi tempi, strizzano sempre di più l’occhio ad una possibile colonizzazione di altri pianeti.
Odio fare la guastafeste, ma non riesco a non pensare che sarebbe un tantino più coerente se i paesi più ricchi del mondo, che fanno a gara a chi arriva più lontano nello spazio, ed investono risorse spropositate in queste missioni praticamente impossibili, usassero prima queste risorse per assicurarsi che al mondo nessuno muoia più di fame o sete, e riducessero l’inquinamento che sta letteralmente soffocando il nostro pianeta, obiettivi decisamente possibili.
O dobbiamo pensare che stiano cercando un altro pianeta dove andare a vivere perché considerano questo irrimediabilmente compromesso?

BORDO PAGINA
La Luna con gli occhi a mandorla

2019: l’anno nuovo vola già nello spazio, sulla Luna con un evento di importanza epocale. Dopo già due ‘missioni felici’ allunate negli anni scorsi, la Cina (Progetto Chang’e) conquista nuovamente il nostro satellite, concretizzando in certo senso per la prima volta il già leggendario volo musicale dei Pink Floyd, ‘The Dark Side of The Moon’. La missione cinese Chang’e 4 è allunata, infatti, e per la prima volta in assoluto nella faccia eternamente nascosta “dark” della Luna fantastica dell’Ariosto e delle storiche imprese del progetto americano Apollo (poco importa se ancora dei matti parlano di Fiction nel 2018!).

La Cina entra a pieno diritto nel futuro dell’era spaziale e infatti già si parla di una clamorosa inedita base lunare (Chang’e 5 nel corrente 2019?) persino pare imminente battendo sui tempi le pur analoghe basi annunciate da tempo, americane e russe.
E’ nata ancor di più certa geopolitica spaziale, ora, tuttavia nessun omaggio a qualsivoglia complottismo o idealismo ipocrita: il Potere, eventualmente anche bellico, piaccia o meno, fa parte della natura umana e già sulla Terra il Pacifismo o l’Anarchismo astratti generano sempre in realtà più rischi che svolte paradisiache per l’umanità, dipende sempre da quale Potere?

Semmai alcune considerazioni: da tempo l’era spaziale è ancora in boccio per il futuro con prospettive rivoluzionarie, tra la scoperta degli esopianeti e la nascente space economy, officine orbitali e turismo civile inclusi, si veds il genio di Ellon Musk e altri. L’Italia stessa, sembra a volte incredibile, visto certo eterno passatismo nazionale, e all’avanguardia. Tre giovani scienziate italiane protagoniste anche per l’ultima impresa della Nasa, con la sonda New Horizons, dopo dodici anni giunta a fotografare ai confini del sistema solare, l’asteroide Pupazzo di Neve, Ultima Thule.
In generale sempre protagonista l’Agenzia Spaziale Italiana (polemiche a parte con il caso Battiston ancora recente) non solo in Europa, infatti: e sempre dall’Italia in emersione il gruppo futuribile di Adriano Autino, anche a Houston a fine anno, di Space Renaissance, con numerosi rami internazionali. Oltre ad altre news futuribili nel settore spaziale d’altri gruppi futuristici sempre più in primo piano, per non parlare di già celebri astronauti italiani, la Cristoforetti e altri.

Tornando alla Cina, già nel settore con diverse imprese, sorprende ancora una volta di più la rigenerazione postcomunista di questa antica e gloriosa civiltà, caratterizata da vertici spirituali storici, Confucio, Lao Tze ecc.
Da diverso tempo nuova superpotenza mondiale economica anche con le tecnologie elettroniche di massa: ora piaccia o meno, nell’ancora paradosso di una immensa nazione ufficialmente sempre comunista, la bandiera anche di Piazza Tienanmen sventola sulla Luna.
E certo the dark side of the moon e la storia spirituale della Cina, in tale paradossologia storica, sono rivelatori. La via Cinese allo Spazio segnala memi “Umanistici” del XXI secolo, e ancor di più: solo matti vetero materialistici da pochi neuroni…, non captano, come prevedevano scienziati visionari e scrittori di fantascienza come Asimov, Clarke e Bardbury (oltre ovviamente a Kubrick) certo sublime siderale, persino, in certo senso, codificato nel DNA, e energia inesauribile per il vero progresso dell’umanità.

Per approfondire clicca QUI

L'INFORMAZIONE VERTICALE
osservatorio globale

L’occhio di periscopio

Il giornalismo online in questi ultimi anni ha innescato una profonda trasformazione del nostro modo di informarci. Le notizie sono immediatamente disponibili attraverso la rete, continuamente aggiornate, facilmente reperibili. L’informazione è abbondante, la cronaca è ampiamente garantita. Quel che risulta carente è una chiave di interpretazione dei fatti, uno strumento di analisi capace di fornire una lettura che si spinga oltre la superficie degli avvenimenti. FerraraItalia ha questa ambizione: offrire commenti, analisi, punti di vista che contribuiscano alla formazione di una più consapevole coscienza del reale da parte di ciascuno e a vantaggio di tutti, come imprescindibile condizione per l’esercizio di una cittadinanza attiva e partecipe. Ferraraitalia è un quotidiano indipendente globale-locale che sviluppa un’informazione verticale tesa all’approfondimento, perseguito con gli strumenti giornalistici dell’inchiesta, dell’opinione, dell’intervista e del racconto di vicende emblematiche e in quanto tali rappresentative di realtà più ampie, di tendenze, di fenomeni diffusi (26 novembre 2013)

Redazione

Direttore responsabile: Francesco Monini
Collettivo di redazione: Vittoria Barolo, Nicola Cavallini, Simonetta Sandri, Ambra Simeone, Carlo Tassi, Bruno Vigilio Turra
Segreteria di redazione: Paola Felletti Spadazzi

I nostri Collaboratori: Sandro Abruzzese, Francesca Alacevich,Alice & Roberta, Catina Balotta, Fiorenzo Baratelli, Roberta Barbieri, Grazia Baroni, Davide Bassi, Benini & Guerrini, Gian Paolo Benini, Marcello Bergossi, Loredana Bondi, Marcello Brondi, Sara Cambioli, Marina Carli, Emanuela Cavicchi, Liliana Cerqueni, Ciarìn, Riccarda Dalbuoni, Roberto Dall'Olio, Costanza Del Re, Jonatas Di Sabato, Anna Dolfi, Laura Dolfi, Francesco Facchiano, Franco Ferioli, Giovanni Fioravanti, Giuseppe Fornaro, Maura Franchi, Riccardo Francaviglia, Andrea Gandini,Sergio Gessi, Pier Luigi Guerrini, Sergio Kraisky, Francesco Lavezzi, Daniele Lugli, Carl Wilhelm Macke, Beniamino Marino,Carla Sautto Malfatto, Fabio Mangolini, Cristiano Mazzoni,Giorgia Mazzotti, Paolo Moneti, Francesco Minimo, Alice Miraglia,Corrado Oddi, Fabio Palma, Roberto Paltrinieri, Valerio Pazzi,Carlo Perazzo, Federica Pezzoli, Gian Gaetano Pinnavaia, Mauro Presini, Claudio Pisapia, Redazione, Francesco Reyes, Raffaele Rinaldi, Laura Rossi, Radio Strike, Gian Pietro Testa, Roberta Trucco, Federico Varese, Ranieri Varese, Gianni Venturi, Nicola Zalambani, Andrea Zerbini

Hanno collaborato: Francesca Ambrosecchia, Stefania Andreotti, Anna Maria Baraldi Fioravanti, Chiara Baratelli, Enzo Barboni, Chiara Bolognini, Marco Bonora, Francesca Carpanelli,Andrea Cirelli, Federico Di Bisceglie, Barbara Diolaiti, Roberto Fontanelli, Aldo Gessi, Emilia Graziani, Ivan Fiorillo, Monica Forti,Fulvio Gandini, Simona Gautieri, Camilla Ghedini, Roby Guerra,Giuliano Guietti, Gianfranco Maiozzi, Silvia Malacarne, Virginia Malucelli, Federica Mammina, Paolo Mandini, Giovanna Mattioli,Daniele Modica, William Molducci, Raffaele Mosca, Alessandro Oliva, Luca Pasqualini, Martina Pecorari, Giorgia Pizzirani,Andrea Poli, Valentina Preti, Alessio Pugliese, Chiara Ricchiuti,Riccardo Roversi, Nuccio Russo, Vittorio Sandri, Gaetano Sateriale, Valentina Scabbia, Arianna Segala, Franco Stefani,Elettra Testi, Ajla Vasiljević, Ingrid Veneroso, Andrea Vincenzi,Fabio Zangara

Clicca sull’Autore per i suoi contributi.
CONTATTI
Inviare i comunicati stampa a: redazione@ferraraitalia.it
Inviare lettere al giornale a : interventi@ferraraitalia.it


FERRARAITALIA
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi