Tag: trasporto

Agli italiani piace minerale: guida al mercato delle acque

Qualche volta, come fanno i bambini piccoli, mi meraviglio di cose che nel mondo adulto sono date per scontate. Perché l’acqua del rubinetto è potabile ma la usiamo per tutto tranne che per berla? La risposta è perché beviamo l’acqua minerale. Spendiamo di più, ci riempiamo di bottiglie e la beviamo felici. Allora vediamo come è fatto il mercato di questa bevanda tanto gradita. Da ormai più di tre decenni le acque minerali hanno affrontato il marketing in modo aggressivo, a colpi di packaging e pubblicità. Il settore si aggira sui 2,3 miliardi di euro, dunque un mercato molto interessante. Prevale la grande distribuzione e incrementano le label private (quattro grandi gruppi industriali detengono il 70% del mercato). La crisi tuttavia inizia a colpire anche questo settore che mostra negli ultimi anni un leggero calo. Però l’Italia è un grande mercato, tra i maggiori del mondo (dopo gli Emirati Arabi) con consumi procapite superiore a 190 litri a testa ogni anno. Sono circa 90 miliardi i litri imbottigliati ogni anno nel mondo.
Eppure costa di più dell’acqua del rubinetto e ha indiscutibili svantaggi sotto il profilo ambientale. La maggior parte è in vendita in bottiglie di plastica (pet) non sempre riciclate (anche se le innovative bio-bottiglie iniziano a svilupparsi); inoltre il grave problema del trasporto su gomma aggrava le tematiche ambientali. In poche parole, l’impatto ambientale comporta consumo di energia e di combustibili fossili sia per la produzione delle bottiglie sia per il trasporto delle stesse. Però il consumo aumenta ed è incrementato del 300% in trenta anni.
Forse questo mutamento dei consumi è dovuto anche alla qualità dell’acqua del rubinetto (vedi precedente articolo in proposito), ecco perché la maggior parte degli italiani considera l’acqua minerale più sana e naturale. In fondo, dalla normativa italiana è considerata “acqua terapeutica”. Allora parliamone.
Per farlo, utilizzo un opuscolo scritto da un mio ex collaboratore di Federambiente “Guida alla lettura delle etichette delle acque minerali italiane”, in cui offre una semplice comprensione delle caratteristiche fisico-chimiche delle acque consumate nelle nostre case per una scelta consapevole e ragionata di quella più adatta alle nostre esigenze. Leggendolo si è così in grado di distinguere un’acqua in base al contenuto dei principali ioni (calcio, magnesio, sodio, potassio, bicarbonato, cloruro, solfato, nitrato) e verificare il posizionamento di quella che abitualmente beve rispetto alla media del campione studiato (95 acque con sorgenti ubicate in quasi tutte le regioni italiane). Alla fine di ogni paragrafo, un box fornisce le indicazioni per poter classificare la propria acqua partendo dalle informazioni riportate sull’etichetta (e-book è in vendita in tutti i principali stores italiani ed internazionali al prezzo simbolico di 0,99 euro, per accedere alla pagina clicca qui).

Tra le altre cose, l’opuscolo dice che l’acqua media italiana:
– è classificabile come bicarbonato-alcalino terrosa (cioè con predominanza dello ione bicarbonato sugli ioni solfato e cloruro e degli ioni calcio e magnesio sugli ioni sodio e potassio);
– in funzione della conducibilità, il 60% delle acque è caratterizzata da una mineralizzazione media, ma il 13% presenta una mineralizzazione eccessiva, la maggioranza è caratterizzata da un carattere basico – il ph medio è risultato pari a 7,25 – e quasi la metà ha una durezza bassa con una media del campione pari 32,94 °F;
– considerando i valori del residuo fisso, gran parte delle acque risultano avere una mineralizzazione bassa con un valore medio del campione pari a 459,10 mg/l;
– quasi un’acqua su cinque è classificabile come calcica e il valore medio è risultato pari a 91,01 mg/l, circa il 10% risulta magnesiaca con un valore medio di questo ione pari a 23,20, solo il 2% sono considerabili sodiche e ben il 72% sono utilizzabili in diete povere di questo ione il cui valore medio risulta pari a 28,45 mg/l mentre il tenore medio in potassio è risultato pari a 5,72 mg/l;
– relativamente agli anioni poco più del 10% delle acque sono classificabili come contenenti bicarbonato con un valore medio di questo ione pari a 311,47 mg/l, quasi tutte le acque sono classificabili come dolci in funzione del contenuto in cloruri il cui valore medio è risultato 23,81 mg/l, quasi il 10% sono acque solfate con valore medio di 94,75 mg/l e più dell’80% delle acque sono utilizzabili nell’alimentazione dell’infanzia in funzione del tenore in nitrati il cui valore medio è pari a 6.63 mg/l;
– relativamente agli ioni minori è stato possibile fare degli approfondimenti relativamente al tenore in fluoruri che ha consentito di classificare il 7% delle acque come fluorate ed ha fatto emergere che ben il 43% è utilizzabile nell’alimentazione per l’infanzia relativamente alla presenza di questo anione il cui valore medio è risultato pari a 0,6122 mg/l, nessuna acqua è ascrivibile tra le ferruginose ed il tenore medio in stronzio è risultato pari a 1,1095 mg/l.;
– il contenuto in silice medio è risultato pari a 17,19 mg/l.

L'INFORMAZIONE VERTICALE
osservatorio globale

L’occhio di periscopio

Il giornalismo online in questi ultimi anni ha innescato una profonda trasformazione del nostro modo di informarci. Le notizie sono immediatamente disponibili attraverso la rete, continuamente aggiornate, facilmente reperibili. L’informazione è abbondante, la cronaca è ampiamente garantita. Quel che risulta carente è una chiave di interpretazione dei fatti, uno strumento di analisi capace di fornire una lettura che si spinga oltre la superficie degli avvenimenti. FerraraItalia ha questa ambizione: offrire commenti, analisi, punti di vista che contribuiscano alla formazione di una più consapevole coscienza del reale da parte di ciascuno e a vantaggio di tutti, come imprescindibile condizione per l’esercizio di una cittadinanza attiva e partecipe. Ferraraitalia è un quotidiano indipendente globale-locale che sviluppa un’informazione verticale tesa all’approfondimento, perseguito con gli strumenti giornalistici dell’inchiesta, dell’opinione, dell’intervista e del racconto di vicende emblematiche e in quanto tali rappresentative di realtà più ampie, di tendenze, di fenomeni diffusi (26 novembre 2013)

Redazione

Direttore responsabile: Francesco Monini
Collettivo di redazione: Vittoria Barolo, Nicola Cavallini, Simonetta Sandri, Ambra Simeone, Carlo Tassi, Bruno Vigilio Turra
Segreteria di redazione: Paola Felletti Spadazzi

I nostri Collaboratori: Sandro Abruzzese, Francesca Alacevich,Alice & Roberta, Catina Balotta, Fiorenzo Baratelli, Roberta Barbieri, Grazia Baroni, Davide Bassi, Benini & Guerrini, Gian Paolo Benini, Marcello Bergossi, Loredana Bondi, Marcello Brondi, Sara Cambioli, Marina Carli, Emanuela Cavicchi, Liliana Cerqueni, Ciarìn, Riccarda Dalbuoni, Roberto Dall'Olio, Costanza Del Re, Jonatas Di Sabato, Anna Dolfi, Laura Dolfi, Francesco Facchiano, Franco Ferioli, Giovanni Fioravanti, Giuseppe Fornaro, Maura Franchi, Riccardo Francaviglia, Andrea Gandini,Sergio Gessi, Pier Luigi Guerrini, Sergio Kraisky, Francesco Lavezzi, Daniele Lugli, Carl Wilhelm Macke, Beniamino Marino,Carla Sautto Malfatto, Fabio Mangolini, Cristiano Mazzoni,Giorgia Mazzotti, Paolo Moneti, Francesco Minimo, Alice Miraglia,Corrado Oddi, Fabio Palma, Roberto Paltrinieri, Valerio Pazzi,Carlo Perazzo, Federica Pezzoli, Gian Gaetano Pinnavaia, Mauro Presini, Claudio Pisapia, Redazione, Francesco Reyes, Raffaele Rinaldi, Laura Rossi, Radio Strike, Gian Pietro Testa, Roberta Trucco, Federico Varese, Ranieri Varese, Gianni Venturi, Nicola Zalambani, Andrea Zerbini

Hanno collaborato: Francesca Ambrosecchia, Stefania Andreotti, Anna Maria Baraldi Fioravanti, Chiara Baratelli, Enzo Barboni, Chiara Bolognini, Marco Bonora, Francesca Carpanelli,Andrea Cirelli, Federico Di Bisceglie, Barbara Diolaiti, Roberto Fontanelli, Aldo Gessi, Emilia Graziani, Ivan Fiorillo, Monica Forti,Fulvio Gandini, Simona Gautieri, Camilla Ghedini, Roby Guerra,Giuliano Guietti, Gianfranco Maiozzi, Silvia Malacarne, Virginia Malucelli, Federica Mammina, Paolo Mandini, Giovanna Mattioli,Daniele Modica, William Molducci, Raffaele Mosca, Alessandro Oliva, Luca Pasqualini, Martina Pecorari, Giorgia Pizzirani,Andrea Poli, Valentina Preti, Alessio Pugliese, Chiara Ricchiuti,Riccardo Roversi, Nuccio Russo, Vittorio Sandri, Gaetano Sateriale, Valentina Scabbia, Arianna Segala, Franco Stefani,Elettra Testi, Ajla Vasiljević, Ingrid Veneroso, Andrea Vincenzi,Fabio Zangara

Clicca sull’Autore per i suoi contributi.
CONTATTI
Inviare i comunicati stampa a: redazione@ferraraitalia.it
Inviare lettere al giornale a : interventi@ferraraitalia.it


FERRARAITALIA
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi