Tag: Trinachia

Ulisse si tuffa nel Baltico

di Lorenzo Bissi

Se ciò che sto per scrivere striderà alle orecchie dei lettori tradizionalisti, la cosa non mi sorprenderà: a primo impatto sarà inverosimile, ma di riga in riga diventerà sempre più convincente.
Secondo la tesi di Felice Vinci, ingegnere nucleare appassionato di cultura classica, Iliade e Odissea non sono ambientate nel mar Mediterraneo, bensì trovano la loro ubicazione nel mar Baltico.
Come può venire in mente un’idea del genere ad una persona?
È Plutarco ad aprire la pista d’indagine, quando afferma nel dialogo De facie quae in orbe lunae apparet che l’isola di Ogigia, dimora della Ninfa Calipso, si trova a cinque giorni di navigazione dalla Britannia (Gran Bretagna).
Da questo punto in poi, Vinci ha analizzato i due poemi epici e l’idea dell’Omero nel Baltico ha preso una forma sempre più definita.
Impossibile, direte, ma per farvi cambiare idea e magari incuriosirvi, mi farò mediatore della tesi, e vi porterò alcune prove.
Omero parla spesso di una fitta nebbia che cala sulle pianure durante le battaglie, e descrive il mare che le navi attraversano come “livido” e “brumoso”, aggettivi che si addicono molto di più alle acque del nord che a quelle dell’Ellade; a causa di questo grigio clima poi, gli eroi portano sempre tuniche e folti mantelli, da cui non si separano neanche durante i lauti banchetti a cui partecipano.
Il viaggio di Ulisse si svolge in tempi relativamente brevi, che difficilmente coincidono con la ricostruzione fatta nel Mediterraneo: sono molto più verosimili su a nord, dove anche i “biondochiomati” Ulisse e Achille (per citarne due) trovano un ambiente più congeniale.
È poi incredibile come, se ci si reca a Toija, in Finlandia meridionale, ci si possa trovare attorno un panorama analogo a quello descritto da Omero nelle vicinanze di Troia; la somiglianza geografica è rimarcata da quella delle parole: Aijala, località che si affaccia sul mare, prossima a Toija ricorda la parola greca aigialos, che significa spiaggia.
Come se non bastasse, nella terra dei Lestrigoni (collocata ad estremo nord nella ricostruzione) le giornate sono lunghissime, e dall’isola della maga Circe, ricollocata al livello del circolo polare artico, nell’arcipelago delle isole Lofoten, si può assistere a fenomeni come il sole della mezzanotte o le “danze dell’Aurora”
Infine, ciò che c’è di più affascinante è l’interpretazione che Vinci ha dato delle creature marine.
Cariddi viene descritto dal Rapsodo come un enorme gorgo che inghiotte le navi nelle profondità, il che fa pensare al Maelstrom, un fenomeno naturale causato dalle correnti d’aria davanti all’isola di Mosken, in Norvegia; quest’isola, tra le altre cose, ha una forma simile ad un tridente e Ulisse, dopo aver superato Cariddi, sbarca proprio sull’isola di Trinachia, che in greco significa “tridente”.
Il “canto delle sirene” potrebbe essere un kenning (una sorta di metafora tipica delle lingue nordiche) usato per indicare il suono della risacca provocato da scogli e bassifondi, che illudeva i navigatori di essere giunti alla terraferma, per poi inghiottire le loro navi.
Se queste prove non sono state abbastanza persuasive, lo posso comprendere: anche io sono scettico: eppure, davanti a così tante corrispondenze, è difficile non farsi sorgere almeno un dubbio.
E dunque, inghiottito nel maelstrom del mondo omerico, continuo a ricercare prove di questo trasloco di civiltà, che, geograficamente coì lontane, sono evidentemente vicine dal punto di vista culturale.

L'INFORMAZIONE VERTICALE
osservatorio globale

L’occhio di periscopio

Il giornalismo online in questi ultimi anni ha innescato una profonda trasformazione del nostro modo di informarci. Le notizie sono immediatamente disponibili attraverso la rete, continuamente aggiornate, facilmente reperibili. L’informazione è abbondante, la cronaca è ampiamente garantita. Quel che risulta carente è una chiave di interpretazione dei fatti, uno strumento di analisi capace di fornire una lettura che si spinga oltre la superficie degli avvenimenti. FerraraItalia ha questa ambizione: offrire commenti, analisi, punti di vista che contribuiscano alla formazione di una più consapevole coscienza del reale da parte di ciascuno e a vantaggio di tutti, come imprescindibile condizione per l’esercizio di una cittadinanza attiva e partecipe. Ferraraitalia è un quotidiano indipendente globale-locale che sviluppa un’informazione verticale tesa all’approfondimento, perseguito con gli strumenti giornalistici dell’inchiesta, dell’opinione, dell’intervista e del racconto di vicende emblematiche e in quanto tali rappresentative di realtà più ampie, di tendenze, di fenomeni diffusi (26 novembre 2013)

Redazione

Direttore responsabile: Francesco Monini
Collettivo di redazione: Vittoria Barolo, Nicola Cavallini, Simonetta Sandri, Ambra Simeone, Carlo Tassi, Bruno Vigilio Turra
Segreteria di redazione: Paola Felletti Spadazzi

I nostri Collaboratori: Sandro Abruzzese, Francesca Alacevich,Alice & Roberta, Catina Balotta, Fiorenzo Baratelli, Roberta Barbieri, Grazia Baroni, Davide Bassi, Benini & Guerrini, Gian Paolo Benini, Marcello Bergossi, Loredana Bondi, Marcello Brondi, Sara Cambioli, Marina Carli, Emanuela Cavicchi, Liliana Cerqueni, Ciarìn, Riccarda Dalbuoni, Roberto Dall'Olio, Costanza Del Re, Jonatas Di Sabato, Anna Dolfi, Laura Dolfi, Francesco Facchiano, Franco Ferioli, Giovanni Fioravanti, Giuseppe Fornaro, Maura Franchi, Riccardo Francaviglia, Andrea Gandini,Sergio Gessi, Pier Luigi Guerrini, Sergio Kraisky, Francesco Lavezzi, Daniele Lugli, Carl Wilhelm Macke, Beniamino Marino,Carla Sautto Malfatto, Fabio Mangolini, Cristiano Mazzoni,Giorgia Mazzotti, Paolo Moneti, Francesco Minimo, Alice Miraglia,Corrado Oddi, Fabio Palma, Roberto Paltrinieri, Valerio Pazzi,Carlo Perazzo, Federica Pezzoli, Gian Gaetano Pinnavaia, Mauro Presini, Claudio Pisapia, Redazione, Francesco Reyes, Raffaele Rinaldi, Laura Rossi, Radio Strike, Gian Pietro Testa, Roberta Trucco, Federico Varese, Ranieri Varese, Gianni Venturi, Nicola Zalambani, Andrea Zerbini

Hanno collaborato: Francesca Ambrosecchia, Stefania Andreotti, Anna Maria Baraldi Fioravanti, Chiara Baratelli, Enzo Barboni, Chiara Bolognini, Marco Bonora, Francesca Carpanelli,Andrea Cirelli, Federico Di Bisceglie, Barbara Diolaiti, Roberto Fontanelli, Aldo Gessi, Emilia Graziani, Ivan Fiorillo, Monica Forti,Fulvio Gandini, Simona Gautieri, Camilla Ghedini, Roby Guerra,Giuliano Guietti, Gianfranco Maiozzi, Silvia Malacarne, Virginia Malucelli, Federica Mammina, Paolo Mandini, Giovanna Mattioli,Daniele Modica, William Molducci, Raffaele Mosca, Alessandro Oliva, Luca Pasqualini, Martina Pecorari, Giorgia Pizzirani,Andrea Poli, Valentina Preti, Alessio Pugliese, Chiara Ricchiuti,Riccardo Roversi, Nuccio Russo, Vittorio Sandri, Gaetano Sateriale, Valentina Scabbia, Arianna Segala, Franco Stefani,Elettra Testi, Ajla Vasiljević, Ingrid Veneroso, Andrea Vincenzi,Fabio Zangara

Clicca sull’Autore per i suoi contributi.
CONTATTI
Inviare i comunicati stampa a: redazione@ferraraitalia.it
Inviare lettere al giornale a : interventi@ferraraitalia.it


FERRARAITALIA
Testata giornalistica online d'informazione e opinione, registrazione al Tribunale di Ferrara n.30/2013

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi