Home > COMUNICATI STAMPA > Teatro Ferrara Off: coinvolgimento record nel 2016

Teatro Ferrara Off: coinvolgimento record nel 2016

Da: Ferrara Off

Nel bilancio di fine anno oltre 70 eventi, la sfida del 2017: attivare la nuova sala per corsi e prove

Settanta eventi e quasi duemila spettatori, undici corsi di formazione e più di mille associati: il teatro Ferrara Off festeggia l’arrivo del nuovo anno con la soddisfazione di aver chiuso il 2016 in bellezza, sommando ai traguardi raggiunti grazie alla programmazione teatrale il successo ottenuto dalle tante rassegne organizzate in città e dall’ultima grande impresa che ha coinvolto ferraresi e turisti, la Maratona Orlando dedicata al più celebre poema di Ludovico Ariosto.

«Abbiamo inaugurato lo spazio di viale Alfonso I d’Este solo tre anni fa – raccontano gli attori Marco Sgarbi e Roberta Pazi, tra i fondatori di Ferrara Off – e siamo contenti che, in così poco tempo, la città abbia imparato a conoscere e ad apprezzare le nostre proposte. Non è sempre facile catturare l’attenzione delle persone e nemmeno conquistare la loro fiducia, ma la strada che abbiamo intrapreso ci sembra quella giusta, considerati i risultati ottenuti in termini di partecipazione. Il successo della maratona di lettura organizzata a Palazzo Diamanti assieme alla Fondazione Ferrara Arte rappresenta tantissimo: testimonia la vivacità di una città che ha voglia di farsi coinvolgere, impegnata a valorizzare la propria tradizione eppure pronta a lanciarsi in nuove avventure».

I numeri sono da record: la lettura integrale e senza interruzioni del poema, che si è svolta presso la Pinacoteca Nazionale tra venerdì 2 e sabato 3 dicembre, è durata 36 ore e ha coinvolto mille lettori, con 1400 spettatori e 70mila persone raggiunte tramite social network, connesse alla diretta streaming. Inoltre durante l’evento le sale al piano terra di Palazzo Diamanti – dove fino al 29 gennaio è possibile ammirare la mostra “Orlando – 500 anni” – hanno accolto 1.185 visitatori.

«Cerchiamo di diversificare la programmazione per arrivare a un pubblico il più possibile eterogeneo – prosegue il regista Giulio Costa -. Per questo comprendiamo spettacoli di generi diversi, dalla prosa alla danza contemporanea, dal teatro ragazzi all’approfondimento artistico, e sempre per questo cerchiamo spesso di portare Ferrara Off fuori dallo spazio teatrale, organizzando manifestazioni in sinergia con le associazioni e le realtà attive localmente. Già durante l’estate, con i venticinque appuntamenti della Biblioteca itinerante di letteratura, avevamo sperimentato la formula della lettura ad alta voce, allestita in contesti diversi, dagli orti di Terraviva al chiostro di Santo Spirito, al tranquillo giardino della Casa dell’Ariosto. L’esito della maratona è stato l’apice di un percorso». La sfida per il 2017 sarà quella di rendere operativa la nuova sala allestita all’interno del teatro, che servirà ad accogliere prove, corsi, mostre ed eventi speciali.

La stagione 2017 comincerà sabato 21 gennaio alle 21 con “Dux in scatola”, monologo di Daniele Timpano dedicato alle avventure post mortem del cadavere di Benito Mussolini. Lo spettacolo sarà ad ingresso gratuito per i possessori della gift card Regalo Off, dal valore di 50 euro, che comprende – oltre a “Dux in scatola” – un carnet di cinque spettacoli a scelta, la tessera associativa e la shopper dell’associazione. Nuovi workshop e corsi di danza contemporanea verranno attivati tra gennaio e febbraio: il primo a cominciare sarà “Signum”, condotto dalla danzatrice Elisa Mucchi, rivolto alle persone mature interessate ad esprimersi e migliorare la consapevolezza del proprio corpo attraverso il movimento.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi