Home > COMUNICATI STAMPA > Terza e ultima giornata della XXV edizione del Salone internazionale del restauro, dei musei e delle imprese culturali / 21-23 marzo 2018, Ferrara Fiere

Terza e ultima giornata della XXV edizione del Salone internazionale del restauro, dei musei e delle imprese culturali / 21-23 marzo 2018, Ferrara Fiere

Tempo di lettura: 10 minuti

Da ufficio stampa CULTURALIA

Si apre domani 23 marzo 2018 la terza e ultima giornata della XXV edizione del Salone Internazionale del Restauro di Ferrara, la prima manifestazione dedicata al patrimonio storico-artistico e ambientale del nostro paese e accreditata come fiera internazionale.

Il Salone ripropone ogni anno l’importanza del dialogo e del confronto offrendo a tutti coloro che a vario titolo partecipano la possibilità di incontrare e avviare dialoghi e collaborazioni con una vasta platea di interlocutori, ma anche per incontrare le esigenze del pubblico, a partire dall’offerta culturale proposta a ingresso gratuito.

Ad arricchire di novità anche questa giornata il programma proporrà, come nei giorni precedenti, numerosi convegni, mostre, esposizioni, tavoli tematici e workshop, di grande interesse per gli ordini professionali interessati, quali Architetti, Geometri, Ingegneri, tutti gli addetti ai lavori e anche curiosi e appassionati.

Ore 9:30 – 13:30

Sala Massari, pad. 4

Heritage e Sustainability: restauro e ricostruzione sostenibile del patrimonio culturale italiano

Organizzato da GBC Italia

In collaborazione con Assorestauro

Coordinamento scientifico Green Building Council Italia – Assorestauro

Nel convegno saranno analizzate da un punto di vista sia accademico che di produzione normativa e programmazione territoriale le tematiche correlate al restauro e alla ricostruzione sostenibile del patrimonio culturale italiano.

Ore 9:30 – 13:00
Sala Diamanti, pad. 6

Progetto Ducato Estense, tra restauro e turismo culturale: un attrattore europeo
A cura del Segretariato Regionale del MiBACT per l’Emilia Romagna

Ore 9:30 – 13:00

Sala Belriguardo, pad. 4

Conservazione e valorizzazione del patrimonio storico e contemporaneo.
Gli interventi delle scuole di Restauro delle Accademie sul proprio patrimonio e i progetti d’eccellenza legati al territorio.
Organizzato dalle Scuole di Restauro delle Accademie di Belle Arti accreditate

Ore 9:30 – 13:30

Sala D, tra pad. 5 e 6

I progetti internazionali a favore del patrimonio culturale europeo

A cura dell’ISCR – Istituto Superiore per la conservazione e il restauro

Ore 10:00 – 18:00

Sala Marfisa, atrio I piano

Conservazione, restauro e conoscenza. Da Leonardo a Fellini: alcuni recenti interventi dell’Opificio delle Pietre Dure

Organizzato da Opificio delle Pietre Dure e Laboratori di Restauro di Firenze

Ore 10:00 – 13:30

Sala Castello, atrio I piano

Musei Civici: quale futuro? La prospettiva del sistema museale nazionale

Organizzato da ANMLI, Associazione Nazionale Musei di Enti Locali e Istituzionali, Università di Ferrara, TekneHub – Tecnopolo Ferrara

I musei stanno vivendo un momento favorevole, sono usciti dalla tradizionale marginalità ed emergono come soggetti strategici per lo sviluppo del Paese. In particolare, i musei civici dimostrano di essere interpreti efficaci dell’identità delle città e dei territori, con capacità progettuali e proposte innovative, ma sono spesso limitati dalla carenza di risorse e di personale. La sfida oggi è nella prospettiva del sistema museale nazionale per superare le criticità e migliorare l’intera offerta dei musei e del patrimonio culturale nazionale.

Ore 10:00

Spazio Regione Emilia-Romagna – Aster, pad. 5

Tavoli tematici: formazione e valorizzazione strategie di comunicazione e marketing
Organizzato da Aster (area regione Emilia-Romagna)

Con il supporto dei Clust-ER Edilizia e Costruzioni (Giulia Landriscina) e Industrie Culturali e Creative.

La partecipazione è riservata e ad invito

Ore 10:00 – 18:00

Stand A8 -12, pad. 3

Guarda, Scopri, Vivi: i Workshop del Sistema Museale di Ateneo
Un altro punto di vista: alla scoperta dei segreti della camera oscura
A cura del Sistema Museale di Ateneo

In collaborazione con Volontari del Servizio civile Nazionale

Coordinamento scientifico Museo di Palazzo Poggi

Specchio, lente e una scatola di cartone: questi semplici materiali permetteranno di addentrarsi nei segreti del funzionamento dell’occhio e della formazione delle immagini. I partecipanti saranno coinvolti nella costruzione e sperimentazione di una personale camera oscura e in una discussione dei suo impiego nel campo dell’arte.

Attività rivolta a studenti di scuole secondarie di primo e secondo grado e adulti.

Dal 21 al 23 marzo nello stand sarà presente una replica della camera settecentesca di Adams. Il pubblico potrà provarne il funzionamento con la possibilità di riprodurre su carta l’immagine proiettata dalla macchina.

Ore 11:00 – 13:30

Sala Ermitage, pad. 5

L’Ermitage al Salone del Restauro 2018

Ricerche e restauro del quadro di Michelangelo Merisi da Caravaggio “Il Suonatore di liuto” dalla collezione del Museo Statale dell’Ermitage

Organizzato da Museo Statale dell’Ermitage

Il “Suonatore di liuto” di Michelangelo Merisi da Caravaggio è uno dei capolavori della collezione dell’Ermitage. Il restauro compiuto tra il 2015 e il 2017 ha rivelato l’autentica tavolozza dell’artista. Studi sui materiali pittorici hanno consentito di migliorare la comprensione della tecnica del Caravaggio ed i processi di deterioramento della superficie del quadro.

Ore 14:00 – 18:00

Sala Castello, atrio I piano

Impresa culturale, impresa sociale e impresa di comunità. Connessioni e opportunità alla luce del percorso di riforma

Organizzato da Federculture

Ore 14:00 – 18:00

Sala Diamanti, pad. 6

Realtà virtuale e intelligenza artificiale nelle collezioni e nei luoghi di Vittorio Cini
A cura di Letizia Caselli e Giovanni Alliata di Montereale

Promosso da Acropoli srl in collaborazione con Bologna Fiere e da Fondazione Archivio Vittorio Cini di Venezia

Il convegno presenta un modo originale e intrigante di avvicinare e fruire il mondo dell’arte attraverso tecno­logie assolutamente innovative, introducendo il rapporto integrato tra realtà virtuale e intelligenza artificiale. Saranno presentate le prime realizzazioni e approfondite le straordinarie potenzialità di sviluppo sull’eccezionale collezione di Dipinti Ferraresi del Rinascimento raccolta da Vittorio Cini ospitata nella Galleria di Palazzo Cini a San Vio a Venezia.

La FONDAZIONE ARCHIVIO VITTORIO CINI è depositaria dell’Archivio privato di Vittorio Cini (Ferrara, 20 feb­braio 1885 – Venezia, 18 settembre 1977) – imprenditore, mecenate, collezionista, protagonista della storia e della vita economica, politica, sociale e culturale del XX secolo – e di altri suoi familiari e intraprende iniziative per perpetuarne e onorarne la memoria. Per la realizzazione di una biografia multimediale di Vittorio Cini (i luoghi, le opere, gli incontri) si è progettata una struttura che raccolga materiali documentari di diversa pro­venienza e natura (cartacei, fotografici, audio e video…) e si sono realizzati centinaia di virtual tour dei luoghi.

In collaborazione con la startup Museyoum srl, che lo ha ideato ed elaborato, si è avviato un progetto pilota sull’eccezionale collezione di Dipinti Ferraresi del Rinascimento – raccolta da Vittorio Cini ed ereditata da un ramo della famiglia – ospitata nella Galleria di Palazzo Cini a San Vio a Venezia.

MUSEYOUM offre esperienze di visita a misura di utente grazie a una tecnologia intelligente che coglie gli inte­ressi del visitatore e propone contenuti diversificati adeguando temi e chiavi narrative collegate alle unicità di ciascuna persona.

Il sistema è un’assistente virtuale attenta, discreta e interattiva che racconta, capisce e risponde a domande dirette coinvolgendo il visitatore stimolandolo a partecipare e a scoprire i contributi di altri visitatori e a con­dividere i propri. La tecnologia, disponibile in forma di webApp, integra anche ambientazioni panoramiche a 360° che permettono di raggiungere dettagli e ingrandimenti in altissima risoluzione di opere e parti dell’ar­chitettura museale. Museyoum raccoglie e trasmette emozioni e crea legami reali tra ciò che il visitatore cono­sce, i suoi interessi e i contenuti artistici e culturali.

MUSEYOUM è una impresa sociale innovativa nata in Italia che si è già distinta negli Stati Uniti per aver ideato e realizzato la prima intelligenza artificiale specializzata in contenuti culturali.

Installazioni immersive, realtà virtuale, sistemi intelligenti di assistenza alla visita e la capacità di personalizzare percorsi e narrazioni sulla base delle caratteristiche e degli interessi dei singoli visitatori, sono gli ingredienti con i quali Museyoum affianca i più importanti musei internazionali per valorizzare opere e contenuti e coin­volgere un pubblico sempre più ampio in emozionanti esperienze di visita.

Museyoum, fondata da Stefano Bergonzini e Riccardo Ricci, è vincitrice del programma nazionale di Inno­vazione Culturale ed è supportata da Fondazione Cariplo. Tra le ultime realizzazioni si distingue la video-esperienza emozionale realizzata per valorizzare la “Pala Colonna” di Raffaello, attualmente visibile presso l’Accademia Carrara di Bergamo nel contesto della mostra “Raffaello e l’eco del mito”.

Ore 14:30 – 16:30

Sala Romei, pad. 5

Clust – ER Build – Secondo Tavolo Value Chain Innova – CHM – Innovation in Construction and Cultural Heritage Management

Conservazione e valorizzazione del patrimonio costruito, storico e artistico in vista dell’aggiornamento dei contenuti della Smart Specialization Strategy

Organizzato da Associazione Clust-ER Build (Edilizia e Costruzioni) A cura di Marcello Balzani (presidente Associazione Clust-ER Edilizia e Costruzioni ), Giulia Landriscina (coordinatrice dell’Associazione Clust-ER Build)

In collaborazione con Teknehub- Università di Ferrara, Tecnopolo di Ferrara

L’associazione Clust-ER Build (Edilizia e Costruzioni) promuove il sostegno all’innovazione nel campo dei materiali e delle tecnologie attraverso attività che coinvolgono tutta la filiera. Nell’ambito di Innova-CHM, una delle linee di sviluppo strategiche (denominate value chain) dedicata alla “Conservazione e valorizzazione del patrimonio costruito, storico e artistico”, il Clust-Er organizza un tavolo di discussione sulla conservazione e valorizzazione del patrimonio costruito esistente e del patrimonio storico artistico.

Segnaliamo infine i convegni “Open heritage: l’accessibilità nei luoghi del Patrimonio Mondiale” organizzato da Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale UNESCO, “Le indagini multispettrali nei Beni Culturali. Le nuove strumentazioni per indagini dall’IR all’UV” organizzato da Bresciani srl, “Tavola rotonda: umidità capillare e risoluzioni possibili” organizzato da Prosystem, “Sistemi di monitoraggio del microclima per la conservazione dei Beni Culturali” a cura di Testo spa, “Un approccio consapevole all’interpretazione dei livelli informativi: la coniugazione dell’Internet-of-things (Iot) per un patrimonio storico intelligente” organizzato da DIAPReM e Laboratorio TekneHub- Tecnopolo dell’Università di Ferrara, la presentazione da parte de il Prato Publishing House di due libri dal titolo: “Beni mobili. La movimentazione delle opere d’arte” e “Presentazione del primo Quaderno Engim Professione Restauro”; la presentazione del corso di formazione a distanza “Slow tourism in Polesine. Percorsi turistico-culturali tra storia, arte e ambiente” organizzato da se@unife – Centro di tecnologie per la comunicazione, l’innovazione e la didattica a distanza dell’Università di Ferrara.

Ricordiamo che i workshop a cura del Museo Ermitage, Regione Emilia-Romagna – Aster (Tavoli Tematici), SMA Bologna, MiBACT, ENEA, ICCD, Progetto di restauro e consolidamento del complesso “Le Crocette” si terranno quotidianamente nei rispettivi stand.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.salonedelrestauro.com

INFORMAZIONI UTILI:

– 21-23 marzo 2018, dalle 9.30 alle 18

– Ingresso gratuito con registrazione obbligatoria (modulo disponibile sul sito)

– Quartiere Fieristico di Ferrara (Via della Fiera, 11)

www.ferrarafiere.it

Sarà previsto un servizio di navetta gratuito dalla stazione alla fiera.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi