Home > ALTRI SGUARDI > TERZO TEMPO
Di bocca in bocca
Tempo di lettura: 2 minuti

La prima volta che ho sentito il suo nome è stato circa vent’anni fa, quando un mio compagno di squadra rivolse la seguente domanda al funambolico attaccante della formazione avversaria.

“Ma chi sei? Maradona?”

Quell’attaccante, ovviamente, ci stava letteralmente massacrando. Era la fine degli anni ’90, e, nel pieno della mia fanciullezza, traevo ispirazione dall’eleganza di Zidane e dalle punizioni di Beckham. Il calcio, per me, era cominciato con Francia ’98 e il videogioco FIFA 99 – quello con l’irresistibile Rockafeller Skank di Fatboy Slim – e non avevo idea di chi fossero Maradona, Pelé o Cruijff.

Con il passare degli anni, mi sono documentato più e più volte su Pelé e Cruijff, nonché sugli altri giocatori del passato. Per quanto riguarda Maradona, invece, non ce n’è stato bisogno. Quella domanda a metà tra rassegnazione e ammirazione drizzò le mie orecchie, e ben presto mi resi conto che tale Diego Armando Maradona era sulla bocca di tutti: da mio papà a mio zio, dal mio migliore amico agli anziani del bar, per non parlare dell’unico tifoso napoletano del mio paesino nell’entroterra toscano. Così, in assenza di YouTube e dell’attuale storytelling, accumulavo aneddoti, canzoni e pareri dalle persone che riempivano le mie giornate.

È stato come assistere a delle curiose lezioni di storia: il protagonista era sempre lo stesso, le sensazioni cambiavano di volta in volta. Insomma, i racconti sono arrivati prima delle immagini, ed è per questo che ieri pomeriggio ho metabolizzato la notizia della sua morte grazie alle parole e ai volti delle persone che mi hanno descritto la sua grandezza.

Commenta

Ti potrebbe interessare:
LA STORIA INFINITA DELLA VIOLENZA PIU’ ANTICA:
ma la guerra alle donne continua in tutto il mondo
DI MERCOLEDI’
Natale in casa (Cupiello)
PANDEMIA E FANTASIA
SCHEI
L’oro di Diego

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi