COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > Tiziano Scarpa inaugura il ventennale Feltrinelli

Tiziano Scarpa inaugura il ventennale Feltrinelli

Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa “Gruppo del Tasso”

Effetti collaterali della scrittura è il titolo del monologo teatrale del Premio Strega Tiziano Scarpa, ospite a Ferrara sabato 8, in apertura al compleanno della storica libreria storica: “20 anni a Ferrara… la Feltrinelli fa 20 anni”, acclama il motto coniato dalla direttrice Erika Cusinatti. L’appuntamento sarà a Casa di Stella dell’Assassino, dove i ragazzi dell’Associazione “Gruppo del Tasso”, in collaborazione con l’Ente Palio e la contrada di Santa Maria in Vado, allestiranno una serata frizzante e fuori dall’ordinario per inaugurare il tanto atteso ventennale.

Per l’occasione, lo scrittore intratterrà il pubblico con una lettura scenica del suo recente Come ho preso lo scolo (Effigie), mescolata a pause musicali. «Racconterò situazioni scabrose, angoscianti, divertenti, dolcissime – ha anticipato Scarpa – Esperienze che ho vissuto, e che spero abbiano valore al di là della mia persona. Vi farò entrare nel giardino del sonno d’amore. Recitare in un film di Monicelli, nel deserto, senza sapere la parte. Organizzare una manifestazione contro certi sindaci razzisti. Conoscere presunte amanti di mio padre e genitori di miei omonimi suicidi. Tutte cose successe a causa dei miei libri. Non mi sarei mai aspettato – ha concluso – che scrivere avesse queste conseguenze». L’evento, inoltre, è sostenuto dalle Edizioni Al Ce di Erika Scarpante, che nell’album fotografico Scale a Ferrara ha messo in pagina gli scatti originali di Oreste Biancolli, ambientati proprio nei saloni della dimora rinascimentale e datati 1960.

Da non perdere anche la testimonianza della bolognese Beatrice Balsamo, nel medesimo pomeriggio, alle 17.30, all’interno della libreria Feltrinelli. L’esperta di psicologia delle narrazioni, già docente alla Cattolica di Milano e celebre per la ricerca cinematografica Hitchcock. Il Volto e la Cosa (Mimesis, 2010), presenterà Amore sussurro di una brezza leggera (Effatà). Nella sua ultima pubblicazione si respira un amore nato dal distacco e dal silenzio, pagine intrise di amicizia, carità, urgenza, in un tentativo di non banalizzare mai il sentimento. Specialmente se teso a un altrove.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi