Home > COMUNICATI STAMPA > Trecento ricercatori e medici oncologi arrivano ad Unife per il 56° Congresso della Società Italiana di Cancerologia

Trecento ricercatori e medici oncologi arrivano ad Unife per il 56° Congresso della Società Italiana di Cancerologia

Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio Comunicazione ed Eventi Unife

Saranno circa trecento i ricercatori ed i medici oncologi che da giovedì 11 a sabato 13 settembre parteciperanno al 56° Meeting della Società Italiana di Cancerologia (SIC) “Dangerous Liaisons translating cancer biology into better patients management”, organizzato quest’anno da Massimo Negrini, Professore in Oncologia dell’Università di Ferrara
Il Congresso nazionale, che rientra tra le numerose attività intraprese dalla SIC, principale e più antica associazione di studiosi e ricercatori nel campo dell’Oncologia sperimentale che opera nel nostro Paese, si svolgerà giovedì 11 settembre all’Azienda Ospedaliero.-Universitaria S. Anna a Cona, (via Aldo Moro, 8), mentre le giornate successive si terranno al Polo Chimico Bio Medico dell’Ateneo, (via L. Borsari, 46).
“La scelta di organizzare questo convegno a Ferrara – afferma Massimo Negrini – è un importante riconoscimento alla qualità della ricerca oncologica svolta da numerosi gruppi di ricercatori appartenenti ad Unife. Il convegno è patrocinato dalla European Association for Cancer Research, prestigiosa organizzazione scientifica europea per l’avanzamento della ricerca sul cancro e costituisce l’occasione per avere a Ferrara tra i più importanti studiosi nel campo. Scienziati italiani, europei e statunitensi di affermata fama internazionale, ci illustreranno gli studi più avanzati nell’ambito della ricerca oncologica e l’impatto di queste ricerche nella diagnostica e terapia contro i tumori, testimonianza di quanto, ora più che mai, ricerca e clinica siano due aspetti imprescindibili ed intimamente connessi per migliorare le possibilità di cura del paziente oncologico”.
Tra i temi che saranno affrontati, infatti, le più recenti ricerche di biologia dei tumori ed il loro potenziale trasferimento in ambito clinico.
“La manifestazione – conclude Negrini – si articolerà in simposi, letture magistrali e sessioni di presentazione e discussione di 250 poster, in cui si darà particolare enfasi a temi estremamente attuali, inerenti il microambiente tumorale, gli RNA non-codificanti e le cellule staminali tumorali, mettendo in evidenza aspetti conoscitivi e di trasferibilità clinica. Momento importante del congresso saranno le sessioni dell’ultima giornata che riguarderanno l’applicazione clinica di nuove metodologie diagnostiche e terapeutiche”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi