Home > COMUNICATI STAMPA > Turismo, Corsini: “Positiva approvazione nuovo Statuto Enit, ora azioni per la promozione”

Turismo, Corsini: “Positiva approvazione nuovo Statuto Enit, ora azioni per la promozione”

logo-regione-emilia-romagna
Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa giunta regionale Emilia-Romagna

Turismo e commercio. L’assessore Corsini: “Positiva l’approvazione del nuovo statuto di Enit. Ora azioni per promuovere nel mondo le straordinarie risorse turistiche italiane”

L’approvazione del nuovo Statuto dell’Enit è “una notizia che va accolta positivamente e rappresenta un importante passo nella direzione di rilanciare il turismo nel nostro Paese e una prima risposta all’esigenza di dotarsi di una politica industriale turistica in grado di sostenere e innovare un comparto strategico per lo sviluppo economico”. Così l’assessore regionale a Turismo e commercio Andrea Corsini dopo l’approvazione definitiva dello Statuto della nuova Enit che chiude la fase di commissariamento dell’agenzia di promozione turistica dell’Italia.

“Ora – sottolinea Corsini – occorre che l’Enit si attivi per sviluppare strategie e azioni di promo-commercializzazione necessarie per promuovere nel mondo le straordinarie risorse turistiche italiane. Vanno nella giusta direzione anche i due decreti attuativi dell’ ‘ArtBonus’ riguardanti le agevolazioni fiscali per la digitalizzazione di alberghi, agenzie viaggi e tour operator e per gli interventi di ristrutturazione edilizia ed eliminazione delle barriere architettoniche nelle strutture ricettive”.

Nel percorso di rilancio delle politiche turistiche e di nuove possibilità di sostegno economico, aggiunge l’assessore, “molto rimane ancora da fare, in particolare per ciò che riguarda il Piano strategico nazionale, le concessioni di contributi per le reti di impresa nel settore turistico, il fondo per la sicurezza del turismo montano e i “Buoni vacanza”, mentre merita un’ulteriore e particolare riflessione la proposta, a suo tempo presentata dalle Regioni, di compartecipazione al gettito Iva che, se attuata, rappresenterebbe una significativa esperienza di federalismo fiscale, in grado di consentire ai territori turistici di riqualificare le destinazioni aumentandone l’attrattività”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi