COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > Uffici postali, incontro dell’assessore Petitti e dei rappresentanti di Anci e Uncem con la dirigenza di Poste Italiane dell’Area Centro Nord

Uffici postali, incontro dell’assessore Petitti e dei rappresentanti di Anci e Uncem con la dirigenza di Poste Italiane dell’Area Centro Nord

logo-regione-emilia-romagna
Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa giunta regionale Emilia-Romagna

Uffici postali, incontro in Regione con la dirigenza di Poste Italiane dell’Area Centro Nord e i rappresentanti di Anci e Uncem. La Regione concorda maggiore collaborazione con le amministrazioni locali

L’avvio di un confronto di merito che coinvolga le amministrazioni locali interessate dal piano di riorganizzazione annunciato da Poste italiane spa, in particolare dei Comuni oggetto di intervento, attraverso incontri a livello territoriale. E’ quanto chiesto e ottenuto dall’assessore regionale Emma Petitti nel corso della riunione, insieme ai rappresentanti Anci e Uncem, con la dirigenza di Poste Italiane dell’Area Centro Nord, che si è svolta in Regione per conoscere i dettagli del piano di riorganizzazione degli uffici dell’Emilia-Romagna.
Se da un lato è stato definito che il processo di riorganizzazione delle Poste non avrà alcun impatto sul fronte occupazionale ed è stato predisposto un percorso di valorizzazione e riqualificazione del personale degli uffici oggetto di chiusura, “è necessario avere tempi di confronto maggiori – sottolinea Petitti – poiché quelli previsti (metà di aprile) non permettono un adeguato confronto tra le parti”.
“Insieme ai rappresentanti degli Enti locali – spiega l’assessore – abbiamo anche chiesto di dedicare maggiore energia allo sviluppo dei cosiddetti ‘servizi alternativi’, individuati da Poste Italiane, come possibile proposta alternativa alla chiusura degli uffici”. A questo riguardo, si è convenuto di avviare con urgenza un confronto mirato, a partire dalla proposta del servizio di ‘portalettere telematico’, in grado di fornire un servizio a domicilio che permetterebbe ai cittadini di effettuare direttamente dalla propria abitazione una serie di operazioni che attualmente sono possibili agli sportelli postali.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi