COMUNICATI STAMPA
Home > COMUNICATI STAMPA > UN FIUME DI MUSICA 2020
23 luglio, in Darsena a Ferrara: omaggio a Enzo Jannacci

UN FIUME DI MUSICA 2020
23 luglio, in Darsena a Ferrara: omaggio a Enzo Jannacci

Tempo di lettura: 3 minuti

Da: Associazione Musicisti di Ferrara

Sono aperte da lunedì 20 luglio le prenotazioni per la nuova data di Un Fiume di Musica, con Quelli che… Omaggio a Enzo Jannacci, concerto sul fiume che si terrà giovedì 23 luglio alle 21 (con apertura cancelli ore 20) in via Darsena 57 a Ferrara.

Necessaria la prenotazione sull’app o sul sito di Eventbrite cercando Un Fiume di Musica 2020 // QUELLI CHE… [Vedi qui]  

Anche nel 2020 la musica torna a scorrere lungo il fiume Volano. A Ferrara c’è la quinta edizione di Un Fiume di Musica, con un programma ricco di buona musica. Dal 2 luglio al 17 settembre, il tratto di darsena di fronte Palazzo Savonuzzi in via Darsena, 57 si trasforma in una vivace piazza sul fiume grazie alle serate musicali organizzate dalla Scuola di Musica Moderna-AMF. Apertura cancelli alle 20, inizio concerti alle 21. Ingresso gratuito, è necessaria la prenotazione su Eventbrite. Per info: unfiumedimusica@gmail.com. E prima del concerto, l’appuntamento è con le navigazioni del battello fluviale Nena, della durata di un’ora, dalle 19.30 alle 20.20 ogni giovedì con partenza dalla darsena ( l’escursione prevede anche una pizza di Albachiara fra le luminarie della darsena, prima del concerto. Per prenotazioni: info@lanena.it).

IL CONCERTO

‘Quelli che’ è il nome che un gruppo di amici si è dato per ricordare Enzo Jannacci, grande medico e musicista dal cuore d’oro, uno dei più geniali e strampalati cantautori italiani. E proprio perché “è bello comportarsi come Enzo, seguendo l’impulso e il cuore”, spiegano i musicisti di Quelli che, “lo spettacolo non seguirà un percorso cronologico, criterio ritenuto troppo freddo”

Così, accanto alle sue prime canzoni come “L’Armando”, “T’ho compraa i calzett de seda” e “Faceva il palo”, non potevano mancare “Son s’cioppàa” ,“Se me lo dicevi prima” che evidenziano quel modo che il cantautore milanese aveva di essere sempre al confine tra musica e umorismo. Nel programma sono state inserite anche canzoni che Jannacci scrisse per altri artisti quali “La Rossa” per Milva, “Passaggio a livello” per Luigi Tenco e altri successi per Cochi e Renato, Mina e Mia Martini. Lo spettacolo proposto a Un fiume di musica vedrà sul palcoscenico Ricky “Doc” Scandiani (voce, pianoforte e chitarra), Virna Comini (voce), Roberto Baiocchi (chitarra), Enrico Trevisani (basso) e Stefano Guarisco (batteria). Il primo, insegnante, e tutti gli altri musicisti del gruppo ruotano attorno alla Scuola di Musica Moderna di Ferrara. Al quintetto, però, si aggiungeranno in alcuni brani anche altri musicisti, ospiti speciali della serata. Sarà di certo una piacevole e divertente serata ascoltando bella musica d’autore che fa sorridere, ma che fa anche pensare. In fondo questa volta è giusto dire: ”Non sono solo canzonette”.

ENZO JANNACCI

Enzo Jannacci (Milano, 3 giugno 1935 – Milano, 29 marzo 2013) è stato un cantautore, cabarettista, pianista, compositore, attore, sceneggiatore, oltre che medico, tra i maggiori protagonisti della scena musicale italiana del Novecento del dopoguerra. Caposcuola del cabaret all’italiana, nell’arco di una carriera durata più di cinquant’anni ha collaborato con svariate personalità della musica, dello spettacolo, del giornalismo, della televisione e della comicità, divenendo artista poliedrico e modello per le successive generazioni di comici e di cantautori. È ricordato come uno dei pionieri del rock’n’roll italiano, insieme ad Adriano Celentano, Luigi Tenco, Little Tony e Giorgio Gaber, con il quale formò i Due Corsari.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi