Home > COMUNICATI STAMPA > Un incontro per rendicontare l’uso dei 340mila euro di donazioni per la ricostruzione post sisma

Un incontro per rendicontare l’uso dei 340mila euro di donazioni per la ricostruzione post sisma

Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa Provincia di Ferrara

“Abbiamo raccolto fin qui poco oltre 340mila euro e vogliamo rendere conosciuta con la massima trasparenza la destinazione di ogni singola somma che cittadini, associazioni e imprese, hanno donato per contribuire alla ricostruzione dopo il terremoto del 2012”.
Con queste parole la presidente della Provincia, Marcella Zappaterra, spiega lo scopo dell’incontro pubblico in programma venerdì 28 marzo alle 18 nel salone degli Stemmi in Castello Estense.
Gli interventi della stessa Zappaterra, della responsabile della Direzione regionale ai beni culturali e paesaggistici, Carla Di Francesco, e di Giuliano Mezzadri, titolare dell’omonimo studio di progettazione, illustreranno quali sono stati i lavori eseguiti e come sono stati spesi i soldi raccolti.
In particolare, l’incontro è dedicato principalmente a rendicontare il ripristino delle lanterne delle torri del Castello Estense di Santa Caterina e dei Leoni. Quest’ultima parzialmente crollata in seguito alla scossa il mattino del 20 maggio 2012 e diventata simbolo del terremoto che colpì Ferrara e parte del territorio provinciale.
“Grazie alle donazioni – continua Marcella Zappaterra – è stato possibile fare i primi interventi per la messa in sicurezza e il rafforzamento sismico delle strutture murarie”.
Il costo dell’intervento è stato di circa 186mila euro, con progetto autorizzato dalla Soprintendenza e approvato dal Comune di Ferrara.
La presidente della Provincia parla di primi interventi perché l’iniziale ripristino non è che il primo passo di un più articolato programma, che proseguirà nei prossimi mesi con il consolidamento delle altre lanterne (San Paolo e Marchesana) e di tutte le quattro torri.
Un cantiere di quasi 600mila euro partirà il prossimo maggio, grazie alle risorse messe a disposizione dai fondi del commissario straordinario Vasco Errani, mentre un secondo finanziato dai contributi privati riguarderà l’istituto Carducci in via Canapa. Il costo in quest’ultimo caso sarà di 60mila euro e i lavori avranno termine durante la pausa estiva delle attività didattiche.
All’incontro sono stati invitati i donatori, che riceveranno un ringraziamento pubblico anche da tutte le autorità cittadine.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi