Home > COMUNICATI STAMPA > Un Premio speciale per il Fè dalla Camera di Commercio di Ferrara

Un Premio speciale per il Fè dalla Camera di Commercio di Ferrara

Tempo di lettura: 2 minuti

da: ufficio stampa Edit

Nell’ambito del “Riconoscimento alla Fedeltà al Lavoro e al Progresso Economico”

La testata Il Fè, edita dalla società editoriale Edit Italia, ha ricevuto nei giorni scorsi dalla Camera di Commercio di Ferrara un Premio speciale nell’ambito del “Riconoscimento alla Fedeltà al Lavoro e al Progresso Economico” 2020.

Nato il 9 giugno 1984, il Fè fa parte della rete di giornali di consumo consapevole, riuso e risparmio del network Secondamano, il Polo italiano di annunci economici.

L’iniziativa dell’ente camerale è rivolta, oltre che ai lavoratori, a imprese operanti nei diversi settori dell’economia provinciale, con almeno 35 anni di ininterrotta ed effettiva attività. Il Premio speciale è legato a particolari risultati nella gestione e nello sviluppo dell’impresa.

“Il diploma, in particolare quest’anno, ha un significato profondo che è di riconoscimento nei vostri confronti per quanto avete fatto, per il vostro senso della comunità”, ha commentato tra l’altro il Segretario Generale della Camera di Commercio di Ferrara, Mauro Giannattasio, in un messaggio alle aziende. “Premiare le eccellenze vuol dire soprattutto guardare al futuro, a talenti che hanno aperto nuove strade, continuano a percorrerle e offrono maggiori opportunità all’intera comunità ferrarese”.

Secondamano®, è il marchio che ha scritto la storia degli annunci economici e cambiato il concetto del fare mercato, in Italia e all’estero.

Nel corso degli anni i brand sono passati attraverso diversi gruppi editoriali, da Rusconi a Trader.com fino alla multinazionale Schibsted, ora i marchi sono tornati nelle mani di un editore italiano esperto del campo classified, Edit Italia. E’ stato dato corso ad un ambizioso progetto di valorizzazione, riqualificazione e branding in chiave contemporanea: particolare attenzione ai mondi del riuso, della nuova vita alle cose, dell’usato buono, in un periodo storico nel quale si sta riscoprendo sempre più questi valori.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi