Home > PARTITI & DINTORNI > “Un sostegno concreto a Ferrara e ad altri sei comuni del ferrarese”

“Un sostegno concreto a Ferrara e ad altri sei comuni del ferrarese”

pd-logo

Da: PD Stampa

Aperto il bando da 800mila euro per gli esercizi commerciali polifunzionali in aree svantaggiate

Calvano: “Un sostegno concreto a Ferrara e ad altri 6 comuni del ferrarese”

A breve altre risorse regionali

Fino al 2 settembre sarà possibile per le piccole e medie imprese presentare domanda per accedere ai contributi del bando regionale da 800 mila euro a sostegno del piccolo commercio nelle più svantaggiate.

«Avevamo promesso di rendere più efficaci le misure a sostegno del piccolo commercio nelle aree montane m, rurali e periferiche a rischio spopolamento, e così è stato – spiega il consigliere regionale Paolo Calvano, firmatario del progetto di legge sugli esercizi polifunzionali approvato dall’Assemblea legislativa nel 2017 –. Sostenere queste attività significa mantenere vive le comunità a cui offrono un prezioso servizio. Il bando, da 800 mila euro, (400mila euro per il 2019 e 400mila euro per il 2020), prevede l’assegnazione di contributi per progetti di insediamento e sviluppo di attività in aree a rarefazione commerciale. Si tratta di zone caratterizzate dalla presenza di massimo 3 esercizi per meno di 3.000 abitanti (ovvero con un rapporto di desertificazione dello 0,003%). Sono comprese anche quelle aree con meno di 350 abitanti e un solo esercizio commerciale attivo».

Le aree sono state individuate dagli stessi Comuni: in Emilia-Romagna sono 462 su 39 comuni in 6 province (24 sono comuni montani). “Oltre a Ferrara città i comuni della provincia che hanno comunicato interesse sono i comuni di Tresignana, Riva del Po, Poggio Renatico, Copparo, Comacchio e Bondeno – aggiunge Calvano –. Non risolviamo certo tutti i problemi del piccolo commercio ma oltre alle dichiarazioni di solidarietà, proviamo a fare qualcosa. Finanziare interventi al 50% è raro di questi tempi, ma siamo pronti ad aprire un altro bando destinato a sostenere l’attività di questi piccoli negozi, riconoscendone il ruolo non solo commerciale ma anche sociale. La Regione Emilia-Romagna è pioniera in questo settore e aver seguito in prima persona la legge mi rende ancora più felice”.

Commenta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi